SALVIAMO I 32 BEAGLE DENTRO GLAXO/APTUIT A VERONA! C’E’ BISOGNO ANCHE DI TE!

La scorsa settimana 32 beagle sono stati recapitati ai laboratori
Glaxo/Aptuit di Verona. Si tratta di 32 cani provenienti dagli Stati
Uniti, finiti in uno dei principali laboratori di ricerca su animali in
Italia.

Dopo lo svuotamento di Green Hill il futuro della vivisezione sui cani in
Italia passa dalle importazioni. Importazioni che però con grande terrore
dei vivisettori vengono monitorate con attenzione. Quello che prima
potevano fare in silenzio adesso passa sotto i riflettori nostri e dei
media, porta attenzione sui laboratori e le loro pratiche.
Questo è un cambiamento epocale e dobbiamo mantenere alta l’attenzione.

Da oggi comincia un presidio continuo dell’associazione Freccia 45, dalla
mattina alla sera, davanti ai cancelli della Glaxo/Aptuit.

La protesta è in Via Fleming, Verona.
C’è bisogno anche della tua presenza!

-> Mercoledi 20 marzo, dalle 9,00 alle 23,00
-> Giovedi 21 marzo, dalle 9,00 alle 23,00
-> Venerdi 22 marzo, dalle 9,00 alle 23,00
-> Sabato 23 marzo, dalle 9,00 alle 23,00.

Se non puoi partecipare fisicamente aiutaci a far firmare da quante più
persone possibili la petizione online:
https://www.change.org/it/petizioni/stop-vivisezione-liberate-i-32-beagle

Da questa petizione arrivano mail a Glaxo, Aptuit e al Ministero della
salute.
E’ ora di fermare la tortura degli animali e far capire che la
mobilitazone non si ferma e non si fermerà!

———————–

Ricordiamo che sabato 20 aprile si terrà a Milano un corteo per “Abbattere
i muri di silenzio” che nascondono i laboratori di vivisezione.
Solo in questo modo potremo sconfiggere questo sistema che per troppi anni
ha lavorato nel segreto e ha tenuto le perosne all’oscuro di quanto accade
agli animali vittime della scienza.

Appuntamento SABATO 20 APRILE – ore 14.00 – Piazzale Duca D’Aosta, Milano

Evento fb: http://www.facebook.com/events/590679750962060/

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.