IKONOS EVENTI – DIALOGHI- IL DESIGN INTERIORE DI SAN PATRIGNANO: CREATIVITA’, SOLIDARIETA’, RECUPERO.

Giorgio Tartaro incontra Andrea Muccioli.

Spazio Ikonos 22/11/2010

1. Ikonos – Lo spazio della metamorfosi

Ikonos (www.ikonos-design.com) – marchio storico del design e dell‟arredamento di proprietà della G&G IMMAGINE S.R.L.- nasce nel 1972, per iniziativa di Giuliano e Guido Gigli, con l‟apertura a Roma della showroom di Via Prati Fiscali.

Nei primi anni ‟70 concetti come “interior design” sono patrimonio per pochi addetti ai lavori….proprio per questo il progetto Ikonos è audace ma stimolante al tempo stesso: fare dell‟ambiente dove si vive un luogo che genera emozioni.

In oltre 35 anni di attività IKONOS ha trasmesso ad ogni suo cliente il sogno di vivere in questo ambiente, pensato esclusivamente per lui, dove ogni oggetto è parte integrante di una realizzazione originale.

Nel 2008 Ikonos ha aperto in via Tagliamento, nel cuore del quartiere romano Coppedè, uno spazio espositivo di particolare suggestione distribuito su 4 livelli ricavato all‟interno di una fabbrica degli anni ‟60. Qui si integrano l‟infrastruttura essenziale, le materie come il ferro e il cemento, i moderni concetti di design, gli oggetti più esclusivi.

2. “Dialoghi” – Spazio Ikonos Roma

Ikonos da molti anni ospita eventi nella propria showroom (Spazio Ikonos) – prima in via Prati Fiscali, dal 2008 in via Tagliamento – che hanno come obiettivo la presentazione di architetti e/o designers che si distinguono per l‟originalità delle loro proposte.

Coerentemente con questa impostazione, Ikonos ha formalizzato una partnership con Giorgio Tartaro – giornalista, direttore editoriale del canale satellitare SKY Leonardo – al fine di organizzare nel corso del 2010 eventi in cui la presenza di protagonisti importanti del design sarà funzionale ai temi di volta in volta scelti. Temi che verranno trattati con un approccio informale – non accademico – al fine di raccogliere non solo l‟interesse degli addetti ai lavori (architetti e designers) ma anche dei numerosi appassionati di interior design che da anni frequentano lo Spazio Ikonos. Giorgio Tartaro pertanto non solo dialogherà direttamente con il protagonista dell‟evento ma fungerà da moderatore nel momento in cui gli ospiti presenti desidereranno intervenire.

“Dialoghi” è il titolo che è sembrato più logico dare a questo ciclo di eventi il prossimo dei quali si svolgerà il 22 novembre 2010 e vedrà come protagonista il Dott. Andrea Muccioli, attuale responsabile della comunità di San Patrignano – fondata dal papà Vincenzo nel 1978 – che da alcuni anni ha sviluppato al proprio interno gruppi di lavoro che disegnano e producono artigianalmente oggetti di home design. Comunità che offre i suoi servizi in modo completamente gratuito, senza chiedere cioè il pagamento di rette o contributi da parte degli ospiti, delle loro famiglie o delle istituzioni pubbliche. San Patrignano sostiene, infatti, il suo operato grazie al lavoro delle sue tre cooperative sociali e le donazioni di privati cittadini, enti e fondazioni.

2.1 “Dialoghi – Il Design Interiore di San Patrignano: Creatività, Solidarietà,

Recupero – Giorgio Tartaro incontra Andrea Muccioli”

Il Design Interiore di San Patrignano è un laboratorio di idee che si realizzano grazie ad un percorso di recupero incentrato nella formazione professionale, indispensabile per il pieno reinserimento sociale. Formazione professionale che ogni ragazzo può scegliere tra più di 50 attività lavorative presenti all‟interno della comunità. L‟opportunità per ognuno di dedicarsi al progetto lavorativo più vicino alle sue esigenze ed aspettative per sentirsi quindi protagonista del percorso di recupero intrapreso. Riconquistando così il senso di responsabilità, l‟autonomia e la dignità trasmesse dal lavoro.

Creatività, Solidarietà, Recupero sono le key-words attraverso le quali si incentrerà l‟incontro – presso lo Spazio Ikonos di Roma – tra il Dott. Andrea Muccioli ed il giornalista Giorgio Tartaro, con la presenza di gruppi di lavoro dell‟ home design della comunità che porteranno la loro testimonianza commentando alcuni filmati di vita quotidiana all‟interno di San Patrignano che verranno proiettati nel corso della manifestazione.

1.Creatività - ogni oggetto di design nasce da un‟idea “originale” e si realizza artigianalmente grazie alle qualità dei ragazzi che quotidianamente sono impegnati all‟interno della comunità.

2. Solidarietà - scegliere un oggetto di design prodotto dalla comunità è un modo concreto per “condividere” il cammino di tanti ragazzi impegnati a riconquistare la propria dignità.

3. Recupero – il design diventa strumento di “redenzione” umana e sociale all‟interno della comunità: questo è il Design Interiore di San Patrignano.

In occasione dell‟evento, lo Spazio Ikonos verrà allestito con gli oggetti della collezione home design di San Patrignano. Verrà inoltre riservato ai presenti un buffet con le specialità enogastronomiche prodotte all‟interno della comunità-

Alla manifestazione saranno invitati importanti architetti e designer, esponenti di primo piano del mondo istituzionale, politico e culturale italiano, professionisti affermati in ambito sociologico, giuridico ed economico, nonché rappresentanti del Corpo Diplomatico accreditato presso il Quirinale e la Santa Sede.

L‟ufficio stampa di San Patrignano, con il contributo del settore comunicazione della scrivente azienda, lavorerà per garantire alla manifestazione la più ampia copertura mediatica.

L‟importanza di avere, come protagonista dell‟evento, la comunità di San Patrignano rappresentata dal suo massimo responsabile, il Dott. Andrea Muccioli, l‟originalità nell‟organizzare un evento di design dai forti contenuti sociali e la presenza del giornalista Giorgio Tartaro, da anni brillante conduttore di trasmissioni ed eventi legati al mondo del design, consentirà una significativa copertura mediatica della manifestazione. Saranno infatti accreditate non soltanto le più importanti riviste di design e quotidiani a diffusione nazionale ma anche il canale satellitare SKY Leonardo, dedicato esclusivamente all‟architettura ed al design, che manderà in onda (nelle settimane immediatamente successive all‟ evento) “pillole” sulla manifestazione. Saranno inoltre attivati i contatti per avere un “passaggio” della manifestazione anche nelle reti televisive generaliste.

L‟ evento ha avuto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Roma.

3. I protagonisti dell’evento

3.1 COMUNITA’ DI SAN PATRIGNANO – La storia

(dal sito www.sanpatrignano.org)

1978 Vincenzo Muccioli, insieme a un gruppo di volontari accoglie i primi ragazzi in una casa di proprietà della sua famiglia sulle colline di Rimini.

1982 Gli ospiti di San Patrignano sono circa 200.

1985 Viene costituita la Fondazione San Patrignano, che raccoglie i liberi contributi dei sostenitori della comunità.

1986 San Patrignano viene riconosciuta come struttura di formazione professionale dalla Regione Emilia–Romagna.

1987 La comunità apre una propria sede a Sant‟Agata Feltria nelle Marche, che oggi ospita oltre 100 persone.

1990 La Fondazione San Patrignano è riconosciuta come Ente Morale dallo Stato italiano in seguito all’atto di donazione con cui Muccioli e la sua famiglia cedono tutti i propri beni immobili alla comunità. La comunità è iscritta all‟“Albo regionale” come Ente Ausiliario nel settore tossicodipendenza. Viene inaugurata una sede di San Patrignano a San Vito di Pergine in Trentino Alto Adige, che oggi ospita 100 persone.

1993 Gli ospiti della comunità sono 1.600.

1994 Vengono costituite tre cooperative sociali per il reinserimento lavorativo dei ragazzi ospiti della comunità.

1995 Muore Vincenzo Muccioli, fondatore della comunità.

1995 San Patrignano dà vita, insieme ad altre sette grandi comunità europee e americane, a “Rainbow – International Association against Drugs”, un”organizzazione non profit costituita oggi da 200 associazioni e strutture di recupero di tutto il mondo che si battono per la cultura della vita contro ogni forma di legalizzazione delle droghe.

1997 San Patrignano è accreditata come “Organizzazione non governativa” (NGO) presso le Nazioni Unite con lo Status di “Consulente speciale presso il Consiglio Economico e Sociale dell‟Onu”.

1998 Andrea Muccioli partecipa, in rappresentanza di San Patrignano, all”assemblea generale dell”ONU sul problema della tossicodipendenza.

1999 Giunge alla sua quinta edizione il Meeting Internazionale Rainbow, organizzato dalla comunità di San Patrignano nelle proprie strutture congressuali.

2000 Il Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi e il premio Nobel israeliano Shimon Peres visitano la comunità.

2001 Nasce a Riccione la cooperativa sociale Arcipelago, a integrazione delle attività svolte dalla comunità nel campo del reinserimento sociale e lavorativo dei ragazzi che hanno concluso il percorso di recupero in comunità.

2002 Si inaugura la nuova struttura residenziale per minorenni con problemi di emarginazione e tossicodipendenza che può accogliere fino a 100 ragazzi.

2002/2003 San Patrignano, insieme a 10 importanti realtà del volontariato e del privato sociale, organizza e gestisce la Campagna Nazionale di prevenzione dell”uso di droghe della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio del Commissario di Governo delle Politiche Antidroga e del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

2003 La comunità festeggia il 25° anniversario della sua fondazione.

2004 San Patrignano organizza la prima edizione di „Squisito! Il made in Italy nel piatto‟, evento–rassegna interamente dedicato al mondo dell‟enogastronomia.

2004/2005 San Patrignano è capofila della nuova Campagna Nazionale Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Welfare, dal titolo „Don‟t kill your brain – Contro la droga usa il cervello‟.

2005 Decimo anniversario della morte di Vincenzo Muccioli.

2005 ll centro ippico di San Patrignano ospita il „Fei European Jumping Championship‟, al quale parteciperà il top dell‟equitazione internazionale.

2006 San Patrignano è premiata come miglior impresa sociale dell‟anno dalla Schwab Foundation durante il World Economic Forum a Davos in Svizzera

2006 La BCM, casa editrice della rivista internazionale Horse International, ha consegnato al CSI 5* Challenge Vincenzo Muccioli il premio come miglior concorso ippico outdoor al mondo.

3.2 GIORGIO TARTARO

Giornalista professionista che da anni si occupa di progetti per la comunicazione del design. Attualmente è direttore editoriale del canale satellitare Leonardo, autore televisivo e conduttore. Da poco è iniziata l’avventura di Design Book, il nuovo programma dedicato ai profili di giovani designer, in cui si cercherà di conoscere meglio le loro opere, le loro passioni e i loro punti di riferimento.

E‟ anche direttore editoriale del mensile di arredamento Case & Stile e in passato ha lavorato come redattore a Modo e a Domus, collaborando anche con D La Repubblica, GQ e l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

Ha collaborato alla redazione di vari libri: L’Arte in trincea, Skira; Liquid Space, 70 anni di Boffi, BOX Circa 40, giovani designer, Edizioni Fiera Milano. Con Peter Skinner e Michael Wallace ha scritto “I giganti che sfidavano il cielo”, Whitestar 2002 e ha curato il catalago sulle sedute celebri del design italiano “Coppie Celebri”, edito da Sitcom Editore. Attualmente è anche condirettore del master di Interior Design della Scuola Politecnica di Design e Politecnico di Milano.

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.