IN ANTEPRIMA A ROMA 140 GIOIELLI DI DAVID WEBB PROVENIENTI DA UNA COLLEZIONISTA ITALIANA.

Esposizione in anteprima: Roma, Palazzo Colonna, Piazza SS. Apostoli 67 – 7 Ottobre 2010 ore 11 – 20

Asta: Sotheby’s Ginevra – 16 Novembre 2010

Sotheby’s Roma, nella Settecentesca Coffee House di Palazzo Colonna, oltre alla collezione di capolavori del Settecento Veneziano propone in mostra una bella raccolta privata di gioielli firmati da David Webb, uno dei grandi nomi della gioielleria internazionale.

Insieme a Cartier, Van Cleff, Tiffany e Boucheron, David Webb è uno dei grandi nomi della gioielleria mondiale. Tra i designer di gioielli americani del secolo scorso è stato senz’altro il più famoso e prolifico: e probabilmente, ineguagliabile.

Nato (nel 1925) e cresciuto ad Asheville, Carolina del Nord, dopo aver appreso i rudimenti del mestiere nell’atelier dello zio, si trasferì all’età di 16 anni a New York, dove nel ‘48 iniziò a collaborare con Nina Silberstein, una contabile che riuscì a trovare i fondi necessari per avviare l’attività. Da allora, la sua esuberante vena artistica non si sarebbe mai più spenta cercando continuamente nuove strade ed ispirazioni.

Webb si fece notare da subito per l’utilizzo di materiali insoliti e per un design dal gusto esotico che trovava ispirazione nella natura e nella mitologia: le sue creazioni riproducevano animali come tigri, rane, unicorni, armadilli, draghi e ricordano l’antico Egitto, la Grecia e il Giappone dei Samurai.

David Webb diede inizio alla sua produzione verso la fine degli anni Quaranta a New York, affascinando ben presto un pubblico raffinato grazie ad un mix creativo che traeva ispirazione sia dalla natura che dalla mitologia.

Tra le sue clienti più affezionate si contano i nomi più fulgidi del cinema e le signore di maggior tendenza del jet set internazionale, quali Elisabeth Taylor, la Duchessa di Windsor, Doris Duke, Lee Radziwill, Gloria Vanderbilt e Diana Vreeland, leggendaria direttrice di Harper’s Bazaar, una delle icone per eccellenza dello stile del Novecento.

Anche Jacqueline Kennedy era tra le collezioniste di David Webb, al quale usava commissionare delle sculture fermacarte come regalo per i capi di stato e le personalità in visita alla Casa Bianca, affinché potessero portare con sè una piccola “parte” del continente americano, come ad es. il fermacarte “Frog” in oro, smeraldo e rubini – stimato CHF 20.000/30.000 (Euro 15.000/22.000 c.) – o la scultura “Monkey” in oro, diaspro e diamanti – stimata CHF 10.000/20.000 (Euro 7.000/15.000 c.) – che il pubblico avrà occasione di ammirare a Roma.

Tra gli esemplari in mostra citiamo inoltre, per brevità, tra quelli che traggono spunto dalla mitologia, il bracciale “Chimera” in oro, platino, cristallo di rocca, rubini e diamanti stimato CHF 40.000/80.000 (Euro 30.000/60.000 c.).

Non mancano naturalmente nella collezione gioielli animalier, quali la spilla “dog’shead” in oro, platino , lapislazzuli, turchese, smeraldi, zaffiri e diamanti stimata CHF 30.000/50.000 (Euro 22.500/38.000 c.

SOTHEBY’S

ROMA

Palazzo Colonna Piazza SS. Apostoli 61 Roma 00187

Tel: +39 06 6994 1791
Fax: +39 06 679 6167

MILANO

Palazzo Broggi

Via Giuseppe Broggi, 19, 20129 Milano

Tel:  +39 02 295001

www.sothebys.com

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.