Fronte - Copia“DIALOGHI - OUTDOOR COME NUOVA DIMENSIONE DEL DOMESTICO”

SPAZIO IKONOS – ROMA 24 MAGGIO 2010

 

1. Ikonos – Lo spazio della metamorfosi

Ikonos (www.ikonos-design.com) – marchio storico del design e dell’arredamento di proprietà della G&G IMMAGINE S.R.L.- nasce nel 1972, per iniziativa di Giuliano e Guido Gigli, con l’apertura a Roma della showroom di Via Prati Fiscali.

Nei primi anni ’70 concetti come “interior design” sono patrimonio per pochi addetti ai lavori….proprio per questo il progetto Ikonos è audace ma stimolante al tempo stesso: fare dell’ambiente dove si vive un luogo che genera emozioni.

In oltre 35 anni di attività IKONOS ha trasmesso ad ogni suo cliente il sogno di vivere in questo ambiente, pensato esclusivamente per lui, dove ogni oggetto è parte integrante di una realizzazione originale.

Nel 2008 Ikonos ha aperto in via Tagliamento, nel cuore del quartiere romano Coppedè, uno spazio espositivo di particolare suggestione distribuito su 4 livelli ricavato all’interno di una fabbrica degli anni ’60. Qui si integrano l’infrastruttura essenziale, le materie come il ferro e il cemento, i moderni concetti di design, gli oggetti più esclusivi.

2. “Dialoghi” – Spazio Ikonos Roma

Ikonos da molti anni ospita eventi nella propria showroom (Spazio Ikonos) – prima in via Prati Fiscali dal 2008 in via Tagliamento – che hanno come obiettivo la presentazione di architetti e/o designers che si distinguono per l’originalità delle loro proposte.

Coerentemente con questa impostazione, Ikonos ha formalizzato una partnership con il Dott. Giorgio Tartaro, direttore editoriale del canale satellitare SKY Leonardo, al fine di organizzare nel corso del 2010 eventi in cui la presenza di figure importanti del design sarà funzionale ai temi di volta in volta scelti. Temi che verranno trattati con un approccio informale – non accademico – al fine di raccogliere non solo l’interesse degli addetti ai lavori (architetti e designers) ma anche dei numerosi appassionati di interior design che da anni frequentano lo Spazio Ikonos. Il dott. Tartaro pertanto non solo

dialogherà direttamente con il protagonista dell’evento ma fungerà da moderatore nel momento in cui gli ospiti presenti desidereranno intervenire.

“Dialoghi” è il titolo che è sembrato più logico dare a questo ciclo di eventi il prossimo dei quali si svolgerà il 24 maggio 2010 e vedrà come protagonista l’Arch. Mario Ruiz, designer che da alcuni anni collabora con una tra le più creative aziende di mobili per esterni: la spagnola Gandia Blasco.

2.1 Dialoghi – Outdoor come nuova dimensione del domestico24 maggio 2010

Forti del riscontro avuto per l’evento organizzato con Gandia Blasco nel maggio 2009, verrà riproposta una serata in cui lo Spazio Ikonos si trasformerà in un laboratorio di  oltre mq 1000 per gli originali ed esclusivi articoli dell’azienda spagnola. Tale suggestivo scenario sarà funzionale ad un dibattito sulla crescita progettuale dell’exterior design avvenuta negli ultimi anni.

Per exterior design (o outdoor design) si intende la progettazione e l’arredamento di giardini, terrazze, club-house di circoli sportivi e/o ricreativi.

Il format della manifestazione prevederà pertanto il dibattito, coordinato dal giornalista Giorgio Tartaro, in cui verranno trattati con l’Arch. Mario Ruiz i seguenti argomenti:  Gandia Blasco laboratorio di idee per giovani designer (come l’azienda spagnola da anni investe sulla loro creatività) – l’esempio di Mario Ruiz.

 L’ importanza del mercato italiano, e di Roma in particolare, per Gandia Blasco.

 La crescita europea dell’outdoor design negli ultimi 10 anni.

A livello continentale l’Europa ha prodotto un valore di 1.413 milioni di Euro tra attrezzature, mobilio, accessori per l’outdoor, e ne ha esportati per un valore di oltre 400 milioni di Euro (dati riferiti all’anno 2007).

Alla manifestazione saranno invitati importanti architetti e designer della Capitale, esponenti di primo piano del mondo istituzionale e culturale italiano, professionisti affermati in ambito giuridico ed economico, nonché rappresentanti del Corpo Diplomatico accreditato presso il Quirinale.

La presenza del Dott. Giorgio Tartaro consentirà di avere una significativa copertura mediatica dell’evento. Saranno infatti accreditate non soltanto le più importanti riviste di design e quotidiani a diffusione nazionale ma anche il canale satellitare SKY Leonardo, dedicato esclusivamente all’architettura ed al design, che manderà in onda (nelle settimane immediatamente successive all’ evento) “pillole” sulla manifestazione.

Come ormai è consuetudine per gli eventi targati Ikonos, ad impreziosire la serata penserà la chef Joelle Paoli, (www.joellepaoli.com) – docente di “food-design” allo IED (Istituto Europeo del Design) di Roma – con uno dei suoi raffinati showfood a tema, pensato appositamente per l’occasione, accompagnato da una degustazione di vini offerti dalla prestigiosa cantina dei Feudi di San Gregorio (www.feudi.it)

Per rendere ancora più suggestivo lo Spazio Ikonos in occasione di questo evento, verranno esposte due autovetture Porsche della concessionaria Centro Porsche Roma Nord del gruppo Autocentri Balduina.

L’evento ha avuto il Patrocinio dell’Ambasciata di Spagna presso lo Stato Italiano e della Presidenza del Consiglio Comunale di Roma.

I protagonisti dell’evento:

 

3.1 MARIO RUIZ

Nato a Alicante (Spagna), 1965.

Laureato in design industriale alla Scuola Elisava di Barcellona. Comincia a lavorare come designer nel 1988. L’orientamento molto tecnico della sua formazione e una grande curiositá verso l’interno delle cose lo portano inizialmente a progetti di natura tecnologica (televisioni, telefonia, macchine, etc) ed arredamento tecnico per l’ufficio.

Sette anni fa comincia a cercare altre vie, riorganizza lo studio e inizia la collaborazione con aziende di diverse tipologie: arredamento, illuminazione, bagni, elementi per l’architettura, mobili per ufficio, ecc.

Oggi lavora per aziende in Europa e Stati Uniti come Siemens, Thomson, Gandía Blasco, Metalarte, Steelcase, HBF, Lapalma, Metalarte, Viccarbe, Citterio, Castelli…

Insignito di diversi premi internazionali:IF, Red Dot e Design Plus.

foto Ikonos3.2 GANDIA BLASCO

La storia

La ditta GANDIA BLASCO, più nota al giorno d’oggi per la sua linea di mobili per esterni, è nata nel 1941 a Ontinyent (Valencia) come organizzazione familiare dedita alla produzione di coperte. La sua attività si sviluppa a livello industriale con una produzione intensiva che negli anni del dopoguerra viene destinata fondamentalmente alle forze armate ed agli ospedali.

Quando José A. Gandía-Blasco Canales (figlio di José Gandía-Blasco che aveva diretto l’azienda per circa 40 anni) assume maggiori responsabilità nella gestione della ditta, si rende conto della necessità di un cambio nelle strategie aziendali, giacché il momento del suo arrivo coincide con un periodo di difficoltà sul mercato. Con il compito di modernizzare la ditta, sia attraverso la sua marca sia attraverso il prodotto che offre, José A. entra in contatto con le stiliste Marisa Gallén e Sandra Figuerola, dello studio valenciano La Nave, che creeranno l’attuale logotipo della ditta: un simpatico e stilizzato gattino, ossia l’animale che cerca il comfort della casa. A quel punto, la partecipazione di Gallén e Figuerola si estende anche al design dei tappeti. Le prime collezioni confezionate recuperano l’uso dei vecchi telai con un nuovo materiale che deriva dal cotone ed è il frutto di un’infinità di sperimenti, così vengono elaborati nuovi prodotti moderni con stampati colorati su un lato e reversibili in tinta unita sull’altro lato.

Una terza stilista, Lina Vila, crea una linea di tappeti infantili, il cui successo e fama si estendono rapidamente in tutta l’Europa. Nel 1990, la ristrutturazione della ditta, del logo e dei prodotti ottiene il Premio Impiva all’innovazione. Durante gli anni seguenti, l’azienda si dedica al mercato tessile grazie all’esclusività ed al fattore innovativo del design: tappeti con frange, con stampati, tessuti a mano, con forme originali. In quel periodo la produzione era quasi esclusivamente nazionale, e si realizza con telai tradizionali. Il successo riscosso dai tappeti porta alla creazione di altri prodotti, come lenzuola, piumoni, trapunte, tele e cuscini.

Così, nel 1996, stabilita la nuova linea d’attività, a causa della necessità personale di José A. di arredare la terrazza della casa che l’architetto Ramón Esteve gli stava costruendo a Ibiza, insieme a lui cominciano a sviluppare una linea di mobili da esterni.

La collezione “Na Xemena”’, nasce quindi per riempire un vuoto nel mercato, che in quel momento non vedeva praticamente alcuna concorrenza. La filosofia di questa linea di prodotti, che ancora oggi è la serie ammiraglia della ditta, viene trasmessa a tutta la marca: un design che unisce il maggior comfort della sua funzionalità ad un elevato componente estetico. Una nuova situazione nella dinamica aziendale e che, con il tempo, diventerà il suo aspetto più significativo.

Poco dopo, nel 1999 José A. Gandía-Blasco Canales riceve la ditta in proprietà e porta a capo il rinnovamento del management e anche dei metodi di produzione e della filosofia aziendale.

Nel 2000, la ditta si unisce alla emergente Babia (società creata da Pablo Gironés e dall’architetto Ramón Esteve), che si dedica ai mobili per interni. Con questa fusione si delinea un tentativo per introdursi nel settore del mobile per interni, ma questa attività viene abbandonata poco tempo dopo per dedicarsi in esclusiva ai prodotti per esterni.

Pablo Gironés diventa così socio della ditta ed assume l’incarico di direttore marketing e di prodotto della GANDIA BLASCO, e Ramón Esteve passa a collaborare più attivamente allo sviluppo di nuovi prodotti di mobili per esterni.

Questi fattori contribuiscono a consolidare la strategia aziendale di espansione che quindi si posiziona come leader mondiale nei mobili per esterni di elevato contenuto di design. La ditta si espande in tutto il mondo, con l’apertura di punti vendita e di showroom in molti paesi tra cui ovviamente l’Italia.

La collaborazione con designer di riconosciuto prestigio a livello internazionale porta a consolidare l’opera di decine di persone che dagli uffici e showroom della Gandia Blasco contribuiscono ad arredare le case degli angoli più insospettabili del pianeta.

Il personale della GANDIA BLASCO lavora con il medesimo spirito della direzione della ditta. L’azienda è formata da giovani intraprendenti, perseveranti, che sono convinti del lavoro che svolgono e che contribuiscono con un aspetto che è fondamentale per ottenere il successo: l’entusiasmo di un gruppo di persone che crede in un progetto.

Sotto la presidenza di José A. Gandía-Blasco Canales, la ditta lavora sin dagli anni ’80 con designer di prestigio, ma ha anche puntato sempre su designer giovani, emergenti, che si sono resi celebri a livello internazionale grazie ai lavori realizzati per la GANDIA BLASCO, la qual cosa rappresenta una doppia soddisfazione per la ditta. La GANDIA BLASCO dispone di un reparto di design interno, e lo stesso José A., direttore creativo, firma alcuni dei prodotti che offre al mercato. Si è sempre operato per arricchire la varietà e lo stile dei prodotti per mezzo della pluralità dei linguaggi dei vari designer con i quali sono state avviate collaborazioni, tutti professionisti dal prestigio indiscutibile sia in Spagna sia all’estero. Alcuni dei nomi che hanno firmato i prodotti della GANDIA BLASCO sono Jean Marie Massaud, Patricia Urquiola, Marie Mees, Marisa Gallén, Sandra Figuerola, Ramón Esteve, Odosdesign, Francesc Rifé, Mario Ruiz ecc.

I mobili per esterni, che rappresentano la pietra angolare della ditta, presentano attualmente più di 15 collezioni, che comprendono circa 300 prodotti diversi.

I mobili della GANDIA BLASCO sono stati concepiti per ambienti esterni nel senso più ampio della definizione. Non hanno bisogno di manutenzione, non si rovinano e sono in grado di sopportare le più dure inclemenze climatiche di qualsivoglia paese dove possano essere presenti. Anni di ricerca e d’innovazione nei materiali hanno reso possibili delle finiture ottime. I metalli migliori, le plastiche e il legno formano l’intelaiatura e la base di qualsiasi prodotto della GANDIA BLASCO.

Negli ultimi 8 anni, la GANDIA BLASCO è cresciuta a passi da gigante. La marca è presente con punti di vendita e showrooms a New York, Milano, Istanbul, Città del Messico, Oporto, Bologna, Belgio, ecc., oltre a tutti quelli locali a livello nazionale.

Prossimamente, anche luoghi come Portorico e Palma di Maiorca avranno punti di vendita Gandia Blasco, propri o in franchising.

Nel 2005 è stata costituita la filiale GANDIA BLASCO USA Inc, con sede a New York. La centrale è installata in uno showroom di 250 mq a Manhattan. Questa società, formata da 5 persone e diretta da Toni Esteve, si occupa della distribuzione negli USA e in Canada. A questo riguardo, la ditta dispone di un centro logistico a Miami.

Nel 2008 è stata costituita anche la filiale GANDIA BLASCO ITALIA, essendo stato localizzato in Italia uno dei principali mercati della ditta. La sua presenza con uno showroom in uno spettacolare spazio industriale sito nella vibrante Via Tortona a Milano lo conferma.

Premi e riconoscimenti

Da quando il design è divenuto il valore aggiunto offerto dalla GANDIA BLASCO, i suoi standard di qualità hanno ottenuto riconoscimenti attraverso l’assegnazione di vari premi e attestazioni, tra i quali spiccano i seguenti:

• Premio Impiva Design 1990

• Selezione ai Premi Principe Felipe all’Eccellenza Aziendale 2005.

• Premio al Miglior Stand 2003. FIM Valencia.

• Premio al Miglior Stand 2006. Habitat Valencia Fordward.

• Selezione Delta Adi Fad al parasole Ensombra creato da Odosdesign.

• Premio Wallpaper al miglior prodotto per esterni 2008: sedia a sdraio Flat creata da

Mario Ruiz.

• Premio Grand Designs Magazine al parasole Ensombra creato da Odosdesign.

Concorso internazionale di design di mobili per esterni

GANDIA BLASCO, fedele alla sua filosofia di appoggio ai giovani designer, è orgogliosa di aver contribuito a far conoscere dei creativi emergenti, in alcuni casi producendo le loro prime creazioni.

Mossa da uno spirito di mecenatismo, la ditta lancia, nel 2006, la prima convocazione di un concorso pubblico per studenti o per giovani professionisti del design. Le basi del concorso sono variabili, in alcune occasioni vengono richieste idee per mobili ed in altre la partecipazione è ristretta a proposte per illuminazione da esterni. In ogni edizione vengono concessi due premi dotati di una interessante somma economica e anche della possibilità che la ditta metta in produzione i progetti premiati.

retro - Copia3.3 GIORGIO TARTARO

Giornalista professionista che da anni si occupa di progetti per la comunicazione del design.

Attualmente è direttore editoriale del canale satellitare Leonardo, autore televisivo e conduttore. Da poco è iniziata l’avventura di Design Book, il nuovo programma dedicato ai profili di giovani designer, in cui si cercherà di conoscere meglio le loro opere, le loro passioni e i loro punti di riferimento.

E’ anche direttore editoriale del mensile di arredamento Case & Stile e in passato ha lavorato come redattore a Modo e a Domus, collaborando anche con D La Repubblica, GQ e l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

Ha collaborato alla redazione di vari libri: L’Arte in trincea, Skira; Liquid Space, 70 anni di Boffi, BOX Circa 40, giovani designer, Edizioni Fiera Milano.

Con Peter Skinner e Michael Wallace ha scritto “I giganti che sfidavano il cielo”, Whitestar 2002 e ha curato il catalago sulle sedute celebri del design italiano “Coppie Celebri”, edito da Sitcom Editore.

Attualmente è anche condirettore del master di Interior Design della Scuola Politecnica di Design e Politecnico di Milano.

3.4 AUTOCENTRI BALDUINA

Da oltre quarant’anni gli Autocentri Balduina costituiscono a Roma e Provincia una realtà imprenditoriale di riferimento nel settore dell’automotive.

Ad oggi Autocentri Balduina è, come struttura, una fra le la più grandi concessionarie d’Italia, con showrooms ubicati in tutte le strade principali di Roma per la diffusione capillare di marchi di assoluto pregio quali Porsche, Audi, Lamborghini oltre a Volkswagen e Skoda.

Ulteriori informazioni sul “mondo” Porsche: Dott.ssa Francesca Novi – Responsabile

Marketing Centro Porsche Roma Nord. Tel.06 80918500 –

f.novi@autocentribalduina.com

3.5 FEUDI DI SAN GREGORIO

Costituita nel 1986 dall’opera di due famiglie irpine, Feudi di San Gregorio mette le sue radici a Sorbo Serpico, nella provincia di Avellino, dedicandosi subito al recupero di alcune autentiche produzioni di pregio e all’individuazione di uno standard qualitativo rispondente alle più severe esigenze del mercato. In un momento in cui in ogni parte d’Italia dilagano i cosiddetti vitigni internazionali, Feudi di San Gregorio punta con coraggio sul patrimonio della cultura vitivinicola locale.

I primi passi sono lenti e ponderati, tutti dedicati a costruire la realtà viticola e vinicola dell’Azienda. Grande attenzione viene dedicata alla selezione dei terreni e all’impianto dei vigneti. I nuovi impianti sono realizzati riproducendo i vitigni storici e ascoltando i consigli dei vecchi vignaioli locali, completati dall’apporto di autorevoli tecnici e ricercatori.

La qualità e l’impegno vengono riconosciuti con entusiasmo dai massimi rappresentanti del settore: in primis Gino Veronelli che commenta con grande passione i risultati ottenuti anno dopo anno.

Negli anni l’Azienda continua a crescere, senza paura di compiere scelte coraggiose: sia in cantina – si vedano l’uscita del Serpico e del Pàtrimo, i nostri grandi vini rossi, con progetti enologici molto diversi fra loro – e sia nell’immagine da comunicare al mercato, con il cambiamento delle etichette dalla decima vendemmia, nel 2001.

Continuano i riconoscimenti: il 2002 è l’anno dell’Oscar del Vino Ais per il miglior produttore, seguito nel 2003 dal secondo riconoscimento Slow Food/Gambero Rosso come migliore etichetta (dopo il Pàtrimo nel 2001) al Greco di Tufo. Il 2004 è l’anno in cui si completano i lavori di ristrutturazione ed ampliamento della cantina.

Due anni dopo apre il ristorante Marennà che raggiunge la stella Michelin nel 2009.

Per ulteriori info www.feudi.it/contatti/

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.