APPUNTAMENTO IN TOSCANA (LUOGO ANCORA DA DEFINIRE) IL 9-10-11 SETTEMBRE  2011

 

 

Negli ultimi anni la sensibilità verso gli animali e l’interesse circa le condizioni in cui molti di loro sono costretti a vivere e morire a causa dello stile di vita degli esseri umani sono aumentati.
Dalla nascita di realtà di attivisti impegnati in iniziative di protesta e informazione, passando alle battaglie delle associazioni più conosciute sino alla campagna nazionale ‘Salviamo i cani di Green Hill’ per la chiusura di questo allevamento di beagle per la sperimentazione, l’impegno
di molte persone si è concretizzato a sostegno delle altre specie che popolano la Terra.

Se da un lato molti si avvicinano all’animalismo mossi da compassione, protezione e salvaguardia, dall’altro si comincia a discutere maggiormente del fatto che gli animali vadano considerati come singoli individui che devono poter vivere liberi lontano da ogni forma di sfruttamento, ognuno secondo le proprie esigenze e caratteristiche.

 

Tuttavia ribaltare i fondamenti specisti che discriminano oggi gli animali e restituire un giorno a ognuno di loro la propria vita è ancora un sogno, alla luce di ciò che avviene tutti i giorni nel nostro mondo.

Chiunque in cuor suo è rimasto segnato leggendo o vedendo cosa avviene nei macelli, negli allevamenti, nei circhi e nei laboratori di vivisezione si sarà probabilmente posto tante domande, le stesse che ci siamo posti noi e a cui tuttora cerchiamo di dare una risposta.
Cosa si può fare ora per cercare di fermare un giorno tutto questo?

Anche se può sembrare difficile è immediato capire che è necessario attivarci con urgenza.
Non abbiamo il lusso del tempo, non possiamo iniziare
domani. Anche mentre noi scriviamo e voi leggete ne muoiono a milioni.

 

Ogni movimento o gruppo che nel corso della storia ha lottato per un cambiamento ha tratto dalla volontà e dall’attività dei singoli i presupposti per guardare avanti.
Riteniamo fondamentale a questo punto incontrarci per riflettere, proporre idee, critiche, consigli, così da affrontare con entusiasmo e motivazione un percorso che è necessario intraprendere.

Già da qualche anno si tiene periodicamente un evento di questo tipo.
Un momento in cui condividere alcuni giorni in tranquillità, dove partecipare a discussioni riguardanti la questione animale, ascoltare attivisti stranieri che raccontano le loro esperienze e anche stare insieme e divertirsi, ma soprattutto per cercare di capire insieme cosa possiamo fare.

L’incontro avrà luogo in Toscana e sarà ospitato da una struttura immersa nella natura, facilmente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici. Sarà in completa autogestione e per questo ognuno sarà invitato a collaborare all’evento.

 

Poichè riteniamo che un incontro di questo tipo rappresenti un’importante opportunità per crescere come movimento non vogliamo che siano presenti individui con tendenze sessiste, omofobe o razziste.

 

Ogni discriminazione contro i più deboli, siano essi animali o umani, ci fa rabbrividire.
Le persecuzioni di ogni tipo che ancora
oggi  giorno subiscono minoranze in base al colore della pelle, alla nazionalità o alla cultura hanno le stesse radici nella logica della ‘legittima oppressione’, quando cioè una diversità diventa inferiorità e giustifica uno sfruttamento.
Da tutto ciò vogliamo prendere nettamente le distanze.

 

Per coprire le spese sostenute per l’affitto del luogo che ci ospiterà chiederemo una piccola quota di partecipazione, comunque a breve vi informeremo di tutti i dettagli, per ora vi invitiamo ad iscrivervi alla mailing list dell’incontro scrivendo a:

info@incontroliberazioneanimale.net

e a visitare il nostro sito internet che sarà aggiornato con info e approfondimenti:

www.incontroliberazioneanimale.net

Per la liberazione animale

AGISCI, PARTECIPA, INFORMA

_____________________________

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.