DAGLI ANNI DI PIOMBO ALLA RIVOLUZIONE TUNISINA: UNA LOTTA AL FEMMINILE.

 ILARIA GUIDANTONI, GIORNALISTA E SCRITTRICE INTERVISTA DANIELA BINI.

 

Martedì 10 Maggio 2011, Ore 18.30

 Studio legale Legal Alliance Corso Italia, 9 Milano – I Piano

 Al centro della conversazione il ruolo delle donne e del femminile nelle rivoluzioni e rivolte sia in guerra sia in pace. Il fenomeno del terrorismo ha visto le donne protagoniste come braccio armato; altre esperienze come la rivoluzione tunisina le ha viste come ancelle di pace in funzione di sedatrici della rivolta del sangue ma fortemente battagliere come e più degli uomini per certi versi. E’ un’ambiguità che racconta la complessità del femminile e delle donne.

Daniela Bini ha cominciato a studiare il fenomeno delle donne nella lotta armata degli anni Settanta sia per ragioni storiche – “Nutro un profondo interesse per quel periodo storico, che a mio avviso costituisce un discrimine importante per la storia italiana” – sia per ragioni personali – “Mi affascina e mi incuriosisce l’idea di una donna che intraprende una lotta armata e che, per questo fine, rinuncia a una vita cosiddetta “normale” per votarsi alla rivoluzione”.

In realtà tutto è nato per caso, dalla lettura di un romanzo di Francesca Marciano, “Casa rossa”, che le era stato suggerito alcuni anni prima da un’amica, romanzo in cui si narra la storia di due sorelle, una delle quali intraprende la lotta armata nel periodo degli “anni di piombo”.

 

Daniela Bini ha vissuto gli anni dal 1978 al 1982 al liceo, in Liguria e ricorda con molta chiarezza che ancora si respirava l’ultimo vento degli anni Settanta. Sono i ricordi a farle muovere i primi passi nella lettura di libri scritti da ex terroriste (Barbara Balzerani, Anna Laura Braghetti, Francesca Mambro, Adriana Faranda, di sinistra come di destra) e anche da donne che, in modo diverso,hanno subìto gli effetti degli “anni di piombo” (Benedetta Tobagi, figlia del giornalista Walter, assassinato da un commando di estrema sinistra nel 1980, oppure Anna Negri, figlia di Toni, che ha vissuto un’adolescenza all’ombra di un padre molto scomodo).

Gli uomini vivono, le donne sentono e la partecipazione alla lotta in nome di ideali si può condurre a livelli diversi: il momento storico e la latitudine non contano.

 

 

Daniela Bini Nata a La Spezia, frequenta il Liceo Classico nella sua città. Studia e si laurea in Lettere Classiche all’Università degli Studi di Pisa. Vive per molti anni a Milano, dove insegna lettere in scuole paritarie; entra nel sistema scolastico statale nel 2001. Oggi vive a Monza e insegna lettere al Liceo Scientifico “G.B. Grassi” di Lecco. Ha collaborato, per la revisione e la correzione di testi scolastici, con l’editore Bompiani.

 

Ilaria Guidantoni Giornalista politico economico e Scrittrice, si è dedicata soprattutto ai trasporti ed infrastrutture, esperta di sicurezza stradale. Fiorentina, una laurea in filosofia teoretica a Milano; vive prevalentemente a Roma. Ha conseguito il Corso di Perfezionamento in Bioetica occupandosi di problemi legati alla corporeità, disturbi del comportamento alimentare e disagi affettivi; Cura la rubrica Politica e infrastrutture su “leStrade”. Consulente di molte istituzioni. Autore tra l’altro de’ “O giorni del gelsomino”, (P&I Edizioni, Febbraio 2011)

 

www.ilariaguidantoni.com – www.ilchiasmodelleidee.blogspot.com

 

 

 

 

Studio Legal Alliance: 02.89052659;  segreteria@leg-alliance.com

 

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.