I PRINCIPI E I CIRTERI DIRETTIVI PER L’ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA.
 

Mercoledì 1 febbraio 2012    ore 9:00-13:00

Sala delle Colonne della Camera dei Deputati – Via Poli 19 – Roma

 

Il 2012 è l’anno decisivo per i cambiamenti legislativi che regolamentano l’uso degli animali in ambito sperimentale; entro il 10 novembre l’Italia  dovrà infatti recepire la direttiva 2010/63/UE.

Dopo le polemiche sulla possibilità di uso di cani e gatti randagi, nel pieno della battaglia per la chiusura di Green Hill, ora c’è un’occasione unica che non possiamo perdere per ottenere un testo di legge che nonostante i limiti giuridici e politici affermati a Bruxelles sia concretamente in ambito nazionale più restrittivo nel ricorso al “modello animale” e che implementi la diffusione e l’affermazione dei metodi alternativi nella ricerca.

Recentemente nell’esame della “Legge Comunitaria 2011” è stato approvato un importante emendamento in Commissione Affari Sociali alla Camera che fissa i criteri vincolanti di recepimento della direttiva, il primo dei diversi Sì necessari.

L’iniziativa del prossimo 1° febbraio è copromossa da varie associazioni a sostegno di tale emendamento affinché non venga persa l’opportunità della sua approvazione.

La sperimentazione animale è una pratica sempre più osteggiata sia dalla parte scientifica che dall’opinione pubblica. Mai come negli ultimi mesi le proteste contro l’utilizzo di animali nella ricerca hanno preso eco nei media e nella popolazione. L’Italia ha la possibilità di dare voce ai cittadini che rappresenta votando a favore di questo emendamento che darà modo di tutelare tutte le cavie nell’ottica di raggiungere il traguardo di una ricerca senza animali.

La sua partecipazione sarà fondamentale per ottenere una speranza concreta per gli oltre 900mila animali utilizzati ogni dalla sperimentazione. La aspettiamo!

 

 

   
Illustrazione dell’emendamento comma per comma Associazioni copromotrici
Poteri della Unione Europea e autonomia degli Stati membri in merito al recepimento della direttiva 2010/63/UE Prof. Avv. Eugenio Picozza (Cassazionista-Ordinario  di Diritto Amministrativo Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Roma Tor Vergata)
Considerazioni tecnico-scientifiche sui commi dell’emendamento Dott. Stefano Cagno (Medico)
Intervento Ministero della Salute e parlamentari  

 

 

Maria Falvo
Responsabile Ufficio Stampa LAV
Cell. +39 339 1742586
E-mail: ufficiostampa@lav.it

LAV Sede Nazionale
Viale Regina Margherita 177 – 00198 Roma
Tel. +39 06 4461325
Fax +39 06 4461326
web : www.lav.it

 

 

 

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.