ANCI, COREVE E ANCITEL ENERGIA E AMBIENTE PROMUOVONO ALLA CAMERA DEI DEPUTATI IL CONVEGNO “L’ACCORDO ANCI-COREVE: RACCOLTA CONSAPEVOLE, VETRO DI QUALITA’”

Un incontro per presentare i progetti di raccolta differenziata del vetro realizzati e in via di realizzazione nei Comuni italiani

Roma, 28 Ottobre 2010 – Offrire un’opportunità ai Comuni di usufruire di incentivi per la raccolta differenziata del vetro con metodi innovativi. E’ questo l’obiettivo che ANCI e CoReVe, supportati nelle loro attività da Ancitel Energia e Ambiente, si sono proposti con la sottoscrizione di un accordo che vuole dare nuovo impulso alla raccolta differenziata dei rifiuti da imballaggi in vetro.

Ne discutono quest’oggi a Roma, presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati, nel corso dell’incontro sul tema “L’Accordo ANCI-CoReVe: raccolta consapevole, vetro di qualità”, il Cons. Massimiliano Atelli, Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’ Ambiente, l’On. Angelo Alessandri, Presidente della Commissione Ambiente presso la Camera dei Deputati, Filippo Bernocchi, Vicepresidente ANCI e Delegato alle Politiche sui Rifiuti, Enzo Cavalli e Dante Benecchi, rispettivamente Presidente e Direttore Generale del CoReVe, Paolo Dalla Vecchia e Nicola Nascosti, entrambi componenti del Comitato Tecnico Paritetico ANCI-CoReVe.

L’appuntamento è diretto a illustrare contenuti e ratio dell’accordo ANCI-CoReVe il quale, a integrazione dell’Accordo Quadro sottoscritto tra ANCI e CONAI, si propone di migliorare la qualità del vetro inviato al riciclo, di concerto con le amministrazioni locali, ottimizzandone i metodi di raccolta.

“L’accordo che oggi presentate”, afferma il Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente Massimiliano Atelli, “è di straordinaria importanza per lo sviluppo delle politiche ambientali del Paese e cade in un momento cruciale nel quale il Governo e il Parlamento, nel recepimento delle direttive europee, stanno adottando misure significative che si pongono l’obiettivo di incrementare le percentuali di riciclo di qualità, sottolineando la necessità di incentivare le modalità di raccolta monomateriale”.

“Un incontro che sottolinea ancora una volta l’importanza di ideare sistemi efficaci per la raccolta differenziata”, precisa il Presidente Alessandri. “E’ fondamentale che le iniziative finalizzate a migliorare la raccolta differenziata coinvolgano in prima istanza i cittadini, affinché siano resi consapevoli della positiva valenza ambientale, sociale ed economica derivante da una corretto recupero e riciclo degli imballaggi”.

Nello specifico caso del vetro, un idoneo sistema di raccolta determina un significativo guadagno per la collettività, in quanto il vetro usato, materiale eco-compatibile per eccellenza, può essere riciclato infinite volte, dando vita a contenitori sempre nuovi e dalle proprietà originarie invariate; proprio per la possibilità di rigenerarsi, questo materiale costituisce un valido esempio della capacità dei rifiuti di trasformarsi in nuova risorsa per l’ambiente.

“Le iniziative avviate sul territorio – spiega Filippo Bernocchi, Vicepresidente ANCI e Delegato alle Politiche sui Rifiuti – sono finanziate mediante l’erogazione di un incentivo economico per lo sviluppo dei sistemi di raccolta, destinato a iniziative, studi, ricerche e progetti innovativi per migliorare il riciclaggio e il recupero dei rifiuti da imballaggi in vetro”. Tra gli obiettivi, quello di informare e sensibilizzare l’utenza alla raccolta consapevole del vetro, che in alcune realtà viene separato tra incolore e colorato. “Questa modalità di raccolta, già diffusa a livello europeo – prosegue Bernocchi – introduce un elemento di ulteriore efficienza nel ciclo produttivo”. La separazione per colore rappresenta infatti una sfida strategica per il settore del riciclo del vetro e un’opportunità concreta di incremento della qualità della raccolta.

I progetti, che nell’anno 2009 hanno interessato i Comuni del Circondario Empolese Valdelsa, di Verona, di Latina e della Versilia, hanno contribuito a determinare un sensibile incremento nelle operazioni di raccolta. “Negli ultimi anni – racconta Enzo Cavalli, presidente CoReVe – la raccolta del vetro è cresciuta in maniera costante, tanto che oggi si ricicla il 66% di tutto quello immesso nel mercato italiano. A fronte di un miglioramento della quantità, però, spesso si assiste a un peggioramento della qualità del materiale; per questo è opportuno incoraggiare tutte le iniziative volte a promuovere e incentivare la raccolta consapevole del vetro”.

Il successo riscosso dalle iniziative avviate nello scorso anno ha evidenziato l’opportunità di proseguire con le attività di sensibilizzazione al recupero e alla differenziazione dei materiali; pertanto sono state sottoscritte, nei mesi scorsi, nuove convenzioni che interesseranno Venezia, La Spezia, Lecce e Arzano, nella prospettiva di ampliare la rete dei Comuni impegnati nei sistemi di raccolta di un vetro di qualità.

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.