E’ TEMPO DI VACANZE. ISCHIA MOLTO PIU ’ CHE UN’ISOLA.

L’Isola d’Ischia ha un’origine molto antica. Le prime testimonianze di nuclei abitativi sull’isola sono rinvenibili nella zona di Lacco Ameno, dove intorno alla metà dell’VIII secolo a.C. una colonia greca venne a mettere le proprie radici. Grazie alla sua varietà naturale, di profumi, paesaggi, ambienti, spiagge, colori e sapori, l’isola d’Ischia, permette, al turista che decide di trascorrervi le proprie vacanze, una diversificazione di “esperienze” che vanno dal turismo termale a quello di puro divertimento, dalla scelta di escursioni per i boschi alla riscoperta di vie e borghi antichi, per finire al “classico” che offre Ischia: i caldi abbracci del sole sulle spiagge dorate di Ischia, il mare dai fondali ricchi e dal colore indefinibile che varia da un azzurro tale da confondersi all’orizzonte con quello del cielo, al verde smeraldo delle gemme più belle che esistano al mondo.

D’altronde non potrebbe essere altrimenti, essendo Ischia, con le sue 18 miglia di spiagge, baie ed insenature che fanno da sfondo a paesaggi incontaminati e splendidi nella loro ancestrale “selvaggità”, definita giardino d’Europa. Molte delle spiagge di Ischia, sono raggiungibili a piedi o grazie a comodi parcheggi, in auto, altre, come la spiaggia di San Pancrazio e la spiaggia della “Scarrupata” danno il gusto dell’avventura, delle piccole grandi esplorazioni, essendo raggiungibili solo via mare, noleggiando una barca (se non di proprietà) per cercare di ritagliarsi, per una giornata, un piccolo angolo di mondo a propria misura. Ischia è un gioiello dalle mille sfaccettature. In ogni angolo di questo paradiso possiamo godere di suggestivi panorami e riscoprire la natura in tutto il suo splendore. Secoli di vita contadina, hanno solcato su colline e pendii, sentieri percorsi in passato da ospiti illustri dell’isola d’Ischia. Veri e propri trattati, sono stati scritti sulle acque curative di Ischia, famose già ai tempi dei romani, descrivendo minuziosamente, lo splendore dei paesaggi, dei boschi e dei giardini dell’isola. Lettere e poesie, raccontavano di giorni deliziosi trascorsi durante i soggiorni ad Ischia, dai visitatori che la frequentavano, lasciando traccia di un ambiente incantevole, da riscoprire ripercorrendo i sentieri di un tempo.

Allontanandoci dalla parte più civilizzata dell’isola, riscopriamo, attraverso i vecchi sentieri, oasi naturali di una bellezza unica e fazzoletti di terra, coltivati ancora a vite, con le stesse tecniche di mille, duemila anni fa. Le cantine scavate nel morbido tufo verde, le famose parracine a sostegno dei terrazzamenti lungo i pendii del monte, sono le uniche tracce che l’uomo ha lasciato in secoli di convivenza con questa terra. Purtroppo tuttora, non esiste una politica di salvaguardia e tutela del territorio, tale da proteggere questa ricchezza, incontaminata fino a pochi anni fa, rischiando con la prepotenza con cui avanza la società, di distruggere secoli di storia ed un equilibrio millenario tra uomini e natura. Pochi e scarni sono i tentavi per valorizzare quest’enorme patrimonio, l’area parco del bosco della Maddalena ed i sentieri della lucertola, sono l’unico esempio, positivo di riqualificazione e tutela del territorio anche a fini turistici. Molti altri, ed altrettanto belli, sono i luoghi ed i sentieri da valorizzare, prima che di essi non resti solo il ricordo di chi avendoli percorsi, non ha potuto fare a meno di descriverli per farli Amare anche a chi non poteva essere così fortunato da viverli in prima persona. Rivolgetevi alle abili guide locali, o ai consigli degli isolani amanti della natura, è ancora il modo migliore per scoprire e vivere le bellezze dell’isola verde.

IL PATRIMONIO TERMALE- IL  PARCO TERMALE I GIARDINI DI POSEIDON

L’Isola d’Ischia, già ricchissima di sorgenti di acque termali dalle innumerevoli virtù terapeutiche, rinomata nel mondo per le Terme di Ischia, gode anche di una fortunata collocazione geografica che assicura all’intero territorio isolano condizioni climatiche ed ambientali ideali per ritemprare il corpo e lo spirito. Ischia e le sue terme, o meglio, le Terme di Ischia, le sorgenti termali, i parchi termali, i centri benessere, in un ambiente composto dalle balze rocciose dell’Epomeo, dalle dolci colline coltivate a vigneto, dalle riposanti pinete, la fresca brezza marina, le spiagge ed i tanti, suggestivi, panorami fanno dell’antica terra di Inarime una sorta di dolce giardino incantato dove godere degli effetti benefici delle fonti dell’eterna giovinezza.

Grazie alla sua origine vulcanica, il patrimonio idrotermale dell’isola d’ Ischia e’, come ben noto, uno dei piu’ ricchi del mondo. Le sorgenti termo-minerali isolane con la loro ben evidente “ipertermalità” colpirono fin dall’inizio l’attenzione degli antichi. Non c’e', quindi, da meravigliarsi se le cure termali ischitane risalgono addirittura all’ VIII Sec. a.C., quando i primi coloni greci, provenienti dalla Eubea, si stabilirono su isola.

La tradizione curativa delle sorgenti ischitane non ha avuto soste nel tempo:
si e’ passati, cosi’, dal periodo greco al periodo romano e, attraverso i secoli piu’ bui del Medioevo al Rinascimento e da un primo razionale approccio della scienza medica ottocentesca fino ad oggi.  Tra le aree di maggiore interesse la zona di Citara a Forio e’ senza dubbio la piu’ importante e, infatti, e’ nella baia di Citara che e’ sorto il famoso Parco Termale Giardini Poseidon, ove sono state costruite, secondo i piu’ moderni dettami della medicina e della tecnica, 22 piscine termali curative. Ogni Piscina ha una propria temperatura costante da 20° C a 40° C e, data l’abbondanza, l’ acqua viene costantemente rinnovata, cosa effettivamente unica.  Completano l’offerta una grande spiaggia privata attrezzata con sdraio prendisole e ombrelloni, sauna, massaggi subacquei, gruppi Kneipp, percorso circolatorio giapponese e ristoranti vari, di cui uno ubicato in una bellissima grotta di tufo locale, boutique, ecc…
Le particolari condizioni climatico-estetico-ambientali che offre Poseidon si associano ai fattori terapeutici termali ed a quelli legati alle pratiche elio-marine, formando cosi’ un vero e proprio “mosaico curativo naturale” in cui le varie tessere vengono a potenziarsi l’una con l’altra con meccanismo sinergico.

Un’ oasi di pace in un ambiente con 60.000 mq di giardini ecologicamente intatto attende gli ospiti per una ideale combinazione di cure e vacanze di sogno al mare. Data l’abbondanza, l’acqua viene costantemente rinnovata. L’ambiente è ecologicamente intatto, un’oasi di pace con giardini con piante e fiori di ogni tipo, un autentico “paradiso” termale in riva al mare! Le indicazioni per le cure sono tantissime, e inoltre massaggi di diversi tipi, fisioterapia, inalazioni, cure estetiche e di bellezza, sauna, massaggi subacquei, massaggio giapponese, gruppi Kneipp.

Il richiamo del fascino inconfondibile del Parco Termale nell’incanto della baia di Citara a Forio d’ Ischia da solo sarebbe gia’ una valida motivazione. “Staccare” dalla vita sedentaria e dallo stress quotidiano e ritrovarsi nell’ Eden dei Giardini Poseidon da’, gia’ di per se’, l’immediata sensazione di armonia vitale con se stessi e la natura, primo passo per “stare e sentirsi bene”.  E’ questo, pero’, un valore aggiunto, che accresce l’efficacia curativa specifica delle Terme Poseidon. Praticate in modo ragionevole e sotto la guida medica, le cure termali sono in grado non solo di ridare all’organismo il suo equilibrio fisiologico e di migliorare le condizioni generali di salute, ma anche di curare specifiche patologie. Le sorgenti termo-minerali che alimentano le piscine dei Giardini Poseidon per la loro origine vulcanica sono fra le piu’ curative d’ Europa. L’ effetto terapeutico, infatti, si basa sia sulla grande ricchezza e varieta’ di sali minerali, sia sull’effetto benefico dell’ elevata temperatura di queste acque. Dal punto di vista chimico appartengono alla classe delle acque salso-bromo-iodiche e sodio-solfato-cloruro-alcaline con tracce di composti di alluminio, magnesio, ferro e radon.  Nel grandioso parco termale Giardini Poseidon l’assorbimento degli elementi salini avviene sia direttamente durante i bagni, a livello cutaneo, sia per assorbimento dei microcristalli che, una volta evaporata l’acqua, restano a ricoprire il corpo. Le particolari condizioni climatiche ed ambientali, con l’effetto delle pratiche elio-marine, completano i vantaggi terapeutici termali, formando un cocktail formidabile.

Simonetta Alfaro

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.