AUSPICHIAMO UN GESTO DI COMPRENSIONE E DI INTELLIGENZA DELL’ASSESSORE MARIA PIA LESSI.

 

Mi chiamo Grazia Simonali, sono un’animalista per nascita (e’ nel mio DNA).

Oggi sono a parlare di altre creature indifese e senza voce, o quantomeno di una voce cosi’ flebile che da lungo tempo e’ inascoltata.

OGGI PARLIAMO DI 2 ANZIANI ABBANDONATI A SE STESSI, IN UNA LIVORNO CHE NON HA PIU’ CUORE

La storia e’ arrivata alle mie orecchie perche’ la coppia dei 2 anziani ha una cagnolina che, dal momento che essi hanno lo sfratto a fine mese, dovra’ trovare un’altra adozione. Sono andata a casa dei signori, entrambi ultrasettattenti,

- Lui, che chiameremo, Giulio- 70 anni, precedent interventi chirurgici pacemaker cardiaco, operato di cancro alla prostata,fisicamente sofferente e provato – Lei, che chiameremo Angela, 75 anni, fisicamente sofferente e stanca , provata dalle sofferenze peggiori che un genitore puo’ subire;- Il figlio, ultratrentenne da 5 anni in dialisi 3 volte lasettimana, in attesa di trapianto del rene; Nel 1991 I signori hanno perduto nel rogo del MOBY PRINCE la figlia, il genero, e le 2 nipotine di 1 e 2 anni e mezzo; 5 anni fa hanno venduto il piccolo appartamento di loro proprieta’ in provincia di Pisa per venire ad abitare a Livorno per permettere al figlio di avere cure piu’ immediate all’ospedale che lo sta seguendo. Hanno preso in affitto un appartamento a Livorno, in zona Piazza Roma,che hanno parzialmente ristrutturato perche’ in pessime condizioni,, pur pagando l’affitto nella sua totalita’. L’affitto e’ di 800,00 euro mensili, il figlio non puo lavorare e lentamente questa coppia di dolcissime creature e’ caduta nel baratro economico.

A fine mese hanno lo sfratto esecutivo, come ho constatato dai documenti che mi hanno permesso di visionare, e questi 2 anziani indifesi, distrutti gia’ nel corpo e nello spirito dalla prova piu’ terribile che possa colpire un genitore (la perdita di figli e nipoti) verranno scaraventati in balia ad un nulla, in mezzo alla strada, se non viene trovata per tempo una soluzione.

Sono seguiti molto sporadicamente da una assistenze sociale,Sig.ra Paci Serena, che a tutt’oggi, a quanto mi risulta, non ha potuto aiutarli.

Il sig.De Bonis, dell’Ufficio case, al quale I sigg.ri si sono rivolti in molte occasioni chiedendo un alloggio popolare, ha solo fatto vaghe promesse di una possible dilazione dello sfratto.

Entrare nella loro casa senza piu’ mobili e trovare queste due persone fragili
con la loro cagnolina anziana che li guardava con adorazione mi ha davvero spezzato il cuore,
Ma mi ha dato anche tanta forza, per combattere per loro.

Io voglio parlare di loro, attraverso queste parole, che spero il giornale pubblichera’, ma che in ogni caso domani, grazie ad internet, grazie all’immerso TAM TAM ANIMALISTA della rete raggiungera’ tutte le citta d’Italia ed avra’ grande risonanza per chi come me ha a cuore le sorti degli indifesi. VOGLIO DIRE ALL’ASSESSORE RESPONSABILE DI QUESTE PROBLEMATICHE, LA DR.SSA LESSI MARIA PIA, che I signori non sono piu’ soli, e che useremo tutti I mezzi leciti (stampa,televisione, contatti politici – destra, centro – sinistra, tanto che differenza c’e'?) perche’ loro trovino una posto dove vivere tranquilli, in dignita’, ci sembra davvero che abbiano subito abbastanza dalla vita.

E PER ULTIMO, DA LIVORNESE DOC VOGLIO DIRE UN’ULTIMA COSA: LIVORNO NON MI RAPPRESENTA PIU’, HA PERDUTO IL SUO CUORE

Grazie se pubblicherete

GRAZIA SIMONALI
A.N.T.A. FAUGLIA
PRESIDENTE
349-1044187

 

 NOTA IMPORTANTE. SUCCESSIVAMENTE ALLA PUBBLICAZIONE DELL’ARTICOLO ABBIAMO APPRESO CHE LA NOTIZIA PERVENUTACI DA UNA NOSTRA AMICA ANIMALISTA, E’ DI UN PO DI TEMPO FA MA ABBIAMO RITENUTO CON LA DIRETTA INTERESSATA GRAZIA SIMONALI DI PUBBLICARLA UGUALMENTE PERCHE’ LA SITUAZIONE NN HA SUBITO GRANDI VARIAZIONI E L’ASSESSORE NON HA PROVVEDUTO A RISOLVERE IL CASO IN NESSUN MODO.

P.S. LA FOTO INSERITA E’ PURAMENTE SIMBOLICA NN CORRISPONDENTE AI PROTAGONISTI DI QUESTA STORIA.

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.