47282394_1Pubblichiamo quanto inviatoci  dalla redazione del sito permute.it

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ Autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Anoilaparola, che rimane autonoma e indipendente.

Il traffico illegale di animali in internet è un fenomeno odioso, ma purtroppo in crescita. Spesso celati dietro insospettabili offerte di vendita o più raramente di scambio di animali sui siti di annunci si celano vere e proprie organizzazioni criminali che tentano di portare in Italia animali non vendibili o peggio illegali. Tutti conosciamo le condizioni disumane in cui alcuni cuccioli “stranieri” ( di solito si tratta di cani) vengono fatti nascere in fattorie lagher dell’estremo oriente e di come vengono poi trasportati illegalmente in Europa stipati in camion container.

Un cucciolo “straniero” proveniente dalla Cina, in media costa 20/30 volte meno di un cane della stessa razza nato in Italia, ma una volta entrato nel nostro paese può diventare un business molto ricco. Basta contraffare i documenti e miracolosamente il suo valore può salire fino a raggiungere un prezzo normale.  In più, la parte più odiosa della storia è che di questi cuccioli ammassati l’uno sull’altro nei camion moltissimi giungono morti a destinazione o in condizioni gravi di salute.

Non solo animali maltrattati, purtroppo, è un fenomeno del momento, particolarmente gradito alle mafie asiatiche è l’introduzione in Europa di nuove razze, i famigerati incroci tra cani e lupi siberiani per esempio, illegali per la legge italiana, ma che sempre più spesso varcano i nostri confini nei metodi più disparati, ta cui anche il web.

Permute.it , come molti altri siti di annunci di offerte è sempre in prima linea nel tentare di bloccare tali crimini, anche se non è semplice controllare tutti gli annunci presenti sul sito, ha deciso di verificare uno per uno gli annunci della sezione animali arrivando a contattare gli insersionisti e, in caso di annunci non chiari anche Polizia Postale e Guardia di Finanza.

“Non ci è capitato quasi mai di dover cancellare un annuncio e denunciare l’utente che l’aveva pubblicato, ma in ogni caso è la prima cosa che facciamo di fronte ad un’offerta di scambio non chiara” – Spiegano gli amministratori del sito “ ma in ogni caso ogni annuncio relativo ad animali viene sempre verificato con attenzione dai moderatori prima di essere pubblicato.” – continua la nota- “ Lo facciamo per rispettare la legge e per bloccare un fenomeno disumano”

A breve, inoltre, implementeremo sul sito uno script che avverta chiunque voglia inserire un’offerta di permuta o baratto relativa ad un animale dei rischi che si corrono nel caso siano riscontrate irregolarità nell’annuncio. Inoltre Permute.it da sempre invita tutti i suoi utenti di non fidarsi di chi offre un animale sprovvisto di regolare documentazione e di vigilare e segnalare allo staff del sito eventuali offerte “pericolose”

“E’ una battaglia che abbiamo sempre portato avanti sui social network, siamo per il rispetto della natura e degli animali,” ribadisce lo staff di Permute.it” La mission del sito non prevede guadagni facili per nessuno, tantomeno per la criminalità, non è una battaglia semplice ma sappiamo di avere un alleato importante nella Polizia Postale che costantemente monitora il Web a caccia di criminali”

La Redazione di http://www.permute.it

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.