ANTIRICICLAGGIO DI MANLIO D’AGOSTINO.

Un libro anzi un piccolo strumento, pratico ed operativo – che possa tornare di aiuto a capire e supportare il lavoro di quanti si confrontano con gli aspetti applicativi della normativa, che sono spesso alla ricerca di riscontri nella fase di comprensione delle novità introdotte.

Il sistema normativo antiriciclaggio non è scevro da lacune e criticità. Ne sono testimonianza le numerose integrazioni e correzioni ad esso apportate in questi tre anni. Tali interventi non hanno però potuto risolvere tutte le incertezze emerse nella prassi applicativa, né affrontare i nodi giuridici più problematici. È, inoltre, un sistema in rapido e continuo divenire”.

Con queste parole l’avv. Giovanni Castaldi (Direttore generale dell’Unità di Informazione Finanziaria di Banca d’Italia, la massima autorità preposta in materia nel nostro Paese) introduce al tema nella prefazione al libro di Manlio d’Agostino “Antiriciclaggio” (edito da Bancaria, casa editrice dell’ABI).

Il dott. Giovanni Sabatini (Direttore Generale dell’Associazione Bancaria Italiana, ABI ) in una nota di presentazione alle banche ed intermediari finanziari ha evidenziato come “ diventa quindi essenziale disporre di strumenti informativi utili ad affrontare tutte le incertezze emerse nella prassi applicativa e i nodi giuridici più problematici, per una maggiore qualificazione professionale degli operatori al fine di accrescerne l’efficacia nell’azione di prevenzione. A queste finalità vuole rispondere il nuovo volume appena pubblicato da Bancaria Editrice: Antiriciclaggio. Vademecum per l’operatore, a cura di Manlio d’Agostino, economista specializzato in Business & Financial Intelligence ”.

Il libro è una guida tascabile sull’applicazione della normativa antiriciclaggio negli intermediari bancari e finanziari, senza pretesa alcuna di levarsi al livello di “trattato”: un piccolo strumento, pratico ed operativo – che possa tornare di aiuto a capire e supportare il lavoro di quanti si confrontano con gli aspetti applicativi della normativa, che sono spesso alla ricerca di riscontri nella fase di comprensione delle novità introdotte.

In questo senso è stato pensato sia il formato che la logica espositiva nonché la modalità espressiva: l’obiettivo è di avere tutto “a portata di mano”, per una consultazione veloce ed esaustiva. G li argomenti seguono la logica applicativa , per dare risposta ad eventuali specifici quesiti che possono nascere nel corso dell’assolvimento degli obblighi.

Il volume che qui si presenta, proponendosi come un’agile e accessibile guida pratica, ad uso di chi quotidianamente si confronta con i dubbi e le incertezze che scaturiscono dall’applicazione della legge, rappresenta un’iniziativa encomiabile, contribuisce fattivamente alla crescita della cultura antiriciclaggio e alla maggiore qualificazione professionale degli operatori, che la legge chiama direttamente in causa nell’apparato di prevenzione, al fine di accrescerne l’efficacia con comportamenti corretti e responsabili” (tratto dalla prefazione dell’Avv. Giovanni Castaldi – Direttore UIF ).

Il Santo Padre Benedetto XVI nella recente lettera Enciclica (in forma di “Motu Proprio”) per l’istituzione delle nuove norme antiriciclaggio della Santa Sede, ha evidenziato che “ l a Sede Apostolica ha sempre levato la sua voce per esortare tutti gli uomini di buona volontà, e soprattutto i responsabili delle Nazioni, all’impegno nell’edificazione, anche attraverso una pace giusta e duratura in ogni parte del mondo, della universale città di Dio verso cui avanza la storia della comunità dei popoli e delle Nazioni [Benedetto XVI, Lett. enc. Caritas in veritate (29 giugno 2009), 7: AAS 101 /2009), 645]. La pace purtroppo, ai nostri tempi, in una società sempre più globalizzata, è minacciata da diverse cause, fra le quali quella di un uso improprio del mercato e dell’economia e quella, terribile e distruttrice, della violenza che il terrorismo perpetra, causando morte, sofferenze, odio e instabilità sociale ”.

Con questo spirito cristiano, Manlio d’Agostino (economista, autore del libro, e Vicepresidente nazionale dell’UCID) ha deciso di destinare una parte dei proventi derivanti dai diritti delle vendite alla Fondazione Antiusura Beato G. Tovini (Verona) per incrementare il Fondo di Garanzia, proprio nello spirito indicato dal Santo Padre nella lettera Enciclica “ Caritas in Veritate ”: “ il profitto è utile se, in quanto mezzo, è orientato ad un fine che gli fornisca un senso tanto sul come produrlo quanto sul come utilizzarlo ”.

Renzo Giacomelli (presidente della Fondazione Antiusura Tovini) rivolgendosi all’autore: “Tutti i Consiglieri, uniti a Mons. Agnolini, hanno plaudito alla Tua iniziativa con infinita riconoscenza anche per il valore che essa porta con se. Grazie, caro Manlio, per la Tua decisione, ma soprattutto il nostro apprezzamento e gli auguri migliori per il Tuo sforzo per rendere più trasparente e corretto il sistema finanziario. Siamo certi che i Tuoi sforzi contribuiranno certamente ed evitare scorciatoie e/o deviazioni in un sistema finanziario che, purtroppo in passato, è stato talvolta “aggredito” da false illusioni“.

Antiriciclaggio” di Manlio d’Agostino – Bancaria Editrice, 2010

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.