“RIFIUTI IN CERCA D’AUTORE”, VIA ALLA TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO D’ARTE.


Organizzato da Salerno in Arte, prevede le sezioni di pittura, arte e narrativa, sul tema dell’acqua. Il consorzio Ecolight conferma il “premio RAEE” per le opere realizzate con rifiuti elettronici

Il premio internazionale d’arte “Rifiuti in cerca d’autore” arriva alla sua terza edizione. L’associazione Salerno in Arte, ideatrice e curatrice del premio, lancia la nuova edizione del concorso confermando le due sezioni dedicate alla pittura e al design, e aprendone una nuova dedicata alla narrativa. La rinnovata collaborazione con il consorzio Ecolight, tra i primi sistemi collettivi nella gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche -RAEE-, pile ed accumulatori, ha portato all’istituzione del premio RAEE, riconoscimento dedicato alla miglior opera presentata realizzata con l’utilizzo di rifiuti elettronici.

Il tema del nuovo concorso è quello dell’acqua», spiegano gli ideatori e curatori del concorso, Olga Marciano e Giuseppe Gorga di Salerno in Arte. «Nell’anno internazionale dedicato all’acqua pubblica, abbiamo voluto dare come sottotitolo al concorso “Acquapura”, volendo così dare una particolare attenzione al tema della salvaguardia dell’acqua in ogni sua manifestazione -ovvero che sia mare, lago, fiume, pioggia o altro- ed interpretazione». Continuano: «Il premio mira a raccogliere opere in grado di rappresentare una proposta originale e creativa e che costituiscano degli esempi in grado di sensibilizzare, ancora una volta, come nelle precedenti edizioni, al rispetto dell’ambiente, della salute, al risparmio energetico, attraverso il riciclo dei rifiuti».

Confermata la partecipazione, tra gli sponsor, del consorzio Ecolight. «Con la nostra partecipazione alla terza edizione del premio “Rifiuti in cerca d’autore” abbiamo voluto ribadire l’impegno che come sistema collettivo ci siamo assunti nel creare una sempre crescente sensibilità attorno al tema dei rifiuti elettronici», spiega il presidente di Ecolight, Walter Camarda. «Il consorzio si è già attivato in questa direzione valorizzando l’arte fatta con i rifiuti mettendo a disposizione il portale del Museo del Riciclo (www.museodelriciclo.it). Si tratta di un sito internet che, proprio in occasione dell’ultima edizione di Ecomondo a Rimini, è diventato uno spazio fisico da visitare». Prosegue Camarda: «Abbiamo voluto confermare la presenza del premio Ecolight-RAEE all’interno del concorso per le opere presentate nella sezione pittura e nella sezione design, specificamente realizzate con l’utilizzo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Si tratta della conferma di un impegno che ci siamo presi: ribadire la necessità di avviare i rifiuti elettronici verso un corretto percorso di recupero è una scelta di valore che il consorzio ha deciso di fare nel rispetto della propria azione e dell’ambiente».

Per aderire alla terza edizione del concorso “Rifiuti in cerca d’autore” consultare il sito www.salernoinarte.it. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro e non oltre il 15 febbraio 2011.

Ecolight - Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight, che raccoglie oltre 1.200 aziende, è il terzo a livello nazionale per quantità di immesso e il primo per numero di consorziati. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. Rappresentando più del 90 per cento del settore, è punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e per i produttori di apparecchi di illuminazione. Tratta tutte le tipologie di Raee. www.ecolight.it.

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.