RICCO IL PROGRAMMA E  NOTEVOLE IL CONTRIBUTO CULTURALE DELLA MANIFESTAZIONE.

 

I Casali del Pino – Via Giacomo Andreassi n. 30 Roma (La Storta)

Via Cassia km 15 dalle ore 10.00 alle 19.00

 

A Roma il 27 il 28 e il 29 aprile  si terrà la 3° edizione di FLORACULT, mostra mercato di florovivaismo amatoriale presso l’azienda agricola I Casali del Pino, all’interno del Parco di Veio.

 

FLORACULT nasce dall’incontro di Ilaria Venturini Fendi, imprenditrice agricola di un’azienda convertita al biologico e creativa con la passione del riciclo e del riuso, con  Antonella Fornai, esperta paesaggista giardiniera, oltre che curatrice di mostre florovivaistiche.

 

FLORACULT si svolge nella splendida Azienda Agricola biologica I Casali del Pino, 174 ettari di campi e colline, con animali allevati allo stato brado.  Come ogni anno saranno in  mostra e in vendita piante insolite, fiori rari, alberi da frutto, così come arredi da giardino e libri.

In programma anche conferenze e incontri con personaggi ed esperti del mondo del verde, oltre alle lezioni e consulenze di giardinaggio.

L’acqua sarà la protagonista della 3° edizione di FLORACULT, esperti ci insegneranno a realizzare uno stagno o per chi ha piccoli spazi come un terrazzo a creare uno specchio d’acqua.

Alcuni vivaisti espositori ci insegneranno a creare giardini consumando poca acqua, proporranno piante adatte a luoghi siccitosi che assicurano il successo con pochissima acqua e con una manutenzione minima.

Capiremo cos’è e come si fa la fitodepurazione  che serve a rendere l’acqua pulita con le piante.

Eugea, associazione legata all’Università di Bologna,  ci spiegherà come affrontare il problema delle zanzare in modo naturale, sia con i Copepodi Ciclopoidi, piccolissimi crostacei voraci predatori di larve di zanzare sia con la zanzibarriera, novità assoluta priva di tossicità per uomini e animali.

Studiomobile presenterà l’installazione Re-watering Nature che è un sistema semplice di coltivazione indoor, basato sul riutilizzo dell’acqua grazie alla tecnologia idroponica.

Marina Cogotti, Direttrice della Villa d’Este di Tivoli, terrà una conferenza dal titolo“L’acqua come spettacolo”. La Villa d’Este di Tivoli, uno dei maggiori esempi di “giardino all’italiana”, inserita dal 2001 nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, deve la sua celebrità nel mondo proprio allo straordinario connubio tra architettura, verde ed acqua. L’acqua, nelle sue molteplici forme, è perciò la vera protagonista del giardino di Villa d’Este, l’elemento principale che accompagna il visitatore nel percorso multisensoriale all’interno del primo “giardino delle meraviglie” della storia.

Mariagrazia Pontorno presenta Axis, un’opera site-specific realizzata per Floracult, costituita da un video animazione 3D, quattro stampe e una grande immagine, tutte di natura sintetica. I lavori, installati in diversi ambienti, declinano la visione di una Sughera presente a poche decine di metri dal luogo dell’esposizione all’interno dei Casali del Pino, di fronte ad un arco etrusco e ad una fontana romana, la sughera è essa stessa un monumento, testimone  muto della storia, la cui stessa corteccia è un intero paesaggio, e il cui tronco è l’asse del mondo.

Incursioni eco-sostenibili di Voci nel Deserto. Voci nel Deserto è un’idea collettiva di fare teatro civile, libera da copyright, alla quale tutti possono contribuire segnalando frammenti, postando video, promuovendo l’iniziativa o addirittura replicandola liberamente in altre città.

Oltre alla più ricca collezione italiana di piante erbacee perenni presentata dal vivaio Priola, quest’anno ci saranno numerose novità tra cui: l’albero del sapone, il Sapindus Mukorossi, originario dall’India, chiamato così per l’alta concentrazione di saponina contenuta nella polpa dei suoi frutti, è un buon sostituto del sapone convenzionale in quanto completamente naturale ed anallergico, potrete provarlo! Il vivaio S’Orrosa è l’unico in Italia ad avere in catalogo un’ assoluta rarità botanica, l’ antichissima rosa cinese, Tian Nu Guang dal profumo di tè immortalata in vari ritratti risalenti alla Dinastia Ming. Non mancheranno rose inglesi, centifolia, lillipuziane etc. ed alcuni esemplari inediti di  Rose Barni come la rosa Barbara Streisand e la rosa Belle Epoque.

        Numerose aromatiche vengono dalla Sicilia: il timo al limone e quello all’arancio,  la menta marocchina, i capperi Iblei.

A FLORACULT con gli “Orti della Mandola”si potrà affittare il terreno per fare un orto nella campagna romana dando così la possibilità di  riscoprire il contatto con la terra e assaporare i frutti della terra!

FLORACULT offrirà anche in questa edizione la possibilità di approfondire temi come il riciclo, il riuso di materiali e l’eco-stostenibilità.

Saranno presenti i lavori di artisti che utilizzano  per le loro opere materiali di riciclo.

 

Giuppi Pietromarchi , Mario Margheriti e Serena Dandini presenteranno il libro “Peonie” del Vivaio delle Commande e in quest’occasione parleranno della loro grande passione per il giardinaggio. ll libro ha un’ introduzione di Paolo Pejrone, Janua Viridis editore.   

Anche quest’anno Emu sarà presente a FLORACULT con i suoi arredi outdoor, da sempre cultrice della vita all’aria aperta, Emu si adopera con attenzione e interesse a favorire iniziative come questa.

Con il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lazio Assessorato all’Agricoltura, Provincia di Roma, Roma Capitale, Ama, Parco di Veio.

Con il Contributo di Camera di Commercio

Main sponsor: Emu

Corporate Sponsor: Dottor, Natura Sì il supermercato biologico

 

      

 

Info:

Orario di apertura al pubblico: dalle 10.00 alle 19.00.

Servizio di ristorazione

Navetta elettrica gratuita dalla stazione di Roma La Storta sabato 28 e domenica 29 aprile dalle 10.00 alle 19.00.

Ampio parcheggio gratuito

Costo del biglietto: intero € 8,00; gratuito bambini da 0 a 6 anni; ridotto

€ 5,00 da 6 a 12 anni

Numero per prenotazione biglietti 199 199 100

Telefono: +39 345 9356761

Sito: www.floracult.com

 

 

 

PROGRAMMA FLORACULT 2012

 

Venerdì 27 aprile  ore 11.00 

Vivaio delle Commande, Peonie, la storia  di una bellissima  famiglia che  ha fatto della coltivazione delle peonie una  scelta di vita. Tradizione, cultura e stile danno un respiro profondo a tutto il  libro a cui  la sapiente introduzione di Paolo Pejrone aggiunge osservazioni  interessanti e consigli preziosi.                                               

Giuppi Pietromarchi  e Mario Margheriti, l’una e l’altro  espressione del mondo del giardino italiano, racconteranno le loro esperienze con le peonie .

Venerdì 27 aprile ore 12.30

Marina Cogotti, L’acqua come spettacolo,  Architetto, Direttore di Villa d’Este ci parla dell’acqua delle 51 fontane e ninfei del primo” giardino delle meraviglie” della storia. Acqua come gioco di musica e movimento legata  alla scultura  e al bosco in un fantastico  percorso simbolico.

 

Venerdì 27 aprile ore 16.30 

Mariagrazia Pontorno presenta Axis, un’opera site-specific realizzata per FloraCult, costituita da un video animazione 3D, quattro stampe e una grande immagine, tutte di natura sintetica. I lavori, installati in diversi ambienti, declinano la visione di una Sughera presente a poche decine di metri dal luogo dell’esposizione all’interno dei Casali del Pino, di fronte ad un arco etrusco e ad una fontana romana, la sughera è essa stessa un monumento, testimone  muto della storia, la cui stessa corteccia è un intero paesaggio, e il cui tronco è l’asse del mondo.

 

Venerdì 27 aprile ore 17.30 

Incursioni eco-sostenibili di Voci nel Deserto. Voci nel Deserto è un’idea collettiva di fare teatro civile, libera da copyright, alla quale tutti possono contribuire segnalando frammenti, postando video, promuovendo l’iniziativa o addirittura replicandola liberamente in altre città.

 

Sabato 28 aprile  ore 10.30

Il Commissario Straordinario del Parco di Veio Massimo Pezzella presenterà il protocollo d’intesa Il Parco di Veio: Natura, Archeologia e Tradizioni popolari come terapia tra il Parco e gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma. Un accordo nato per offrire gratuitamente ai pazienti dei reparti oncologici, ai loro familiari e al personale che li segue nelle terapie, un programma di visite guidate nel Parco e contribuire in tal modo a migliorarne la qualità della vita.

 

Sabato 28 aprile  ore 11.30

Bio architettura ai Casali del Pino. In ogni luogo, nello spirito della sua cultura, della sua immagine e della sua tradizione, deve potersi riconoscere una comunità in cui l’impegno e le responsabilità individuali siano rinnovate. Il tema dell’ecologia prevede, in tale ambito, la qualità sociale del vivere, il senso di appartenenza al luogo e la salvaguardia dell’ambiente e in questa direzione si sviluppa il progetto di ristrutturazione conservativa degli edifici della tenuta “I Casali del Pino”. La realizzazione in corso delle strategie di risparmio ed efficienza energetica e il ricorso a fonti rinnovabili vengono presentate da: Livio de Santoli (professore ordinario di Fisica Tecnica Ambientale, Università di Roma La Sapienza), Domenico Straface (architetto), Pietro Dottor (presidente di Dottor Group).

 

Sabato 28 aprile  ore 12.30

Elvira Imbellone, le piante australiane, poca acqua e grande facilità di coltivazione nei nostri giardini. L’esperienza di una viaggiatrice appassionata che ha cercato le piante nei loro luoghi di origine. Esperta botanica  e giardiniera soddisfatta è capace di grande comunicazione.

 

Sabato 28 aprile ore 15.30

Fabio Brescacin  Presidente di EcorNaturasì  Spa insieme a Federico Fazzuoli tratterà il tema,  Agricoltura e alimenti hanno un futuro? “Come può svilupparsi un’agricoltura del futuro? Il ruolo dei consumatori, della formazione, della ricerca, della finanza. Agricoltura non è solo alimentazione e cura della propria corporeità, prima di tutto è cura della corporeità della Terra, è ambito formativo e curativo.”

 

Sabato 28 aprile  ore 16.30 

 Carlo Mascioli, patologo degli alberi,  l’albero in città e in campagna, corretta gestione e cattive abitudini, breve seminario  per conoscere e diffondere  la cultura degli alberi che oggi, in gran parte d’Italia, si sta progressivamente perdendo

 

Domenica 29 aprile ore 10.30

Un esempio di terza rivoluzione industriale il fiore, fonte di energia e di vita, Ing. Marco Baudino ed il Prof. Paolo Sambo dimostrano come da una coltivazione biologica in vaso naturale si può entrare in un circuito economico completamente sostenibile, in ogni sua fase e processo, attingendo energia dagli stessi scarti di coltivazione attraverso la tecnologia del “nuovo” biogas, ricavato da soli scarti organici.

 

 Domenica 29 aprile ore 11.00

Isabella Dalla Ragione, Archeologia Arborea dal Campo alla Fondazione. Il racconto dell’esperienza e degli obiettivi della futura Fondazione.

 

Domenica 29 aprile ore 12.30

Intervento di Serena Dandini.

  

CORSI E VISITE GUIDATE

Venerdì 27 aprile ore 16.00 

Renato Pavia per conto della  Camera di Commercio di Roma terrà una lezione di giardinaggio sulla cura e la manutenzione delle piante da interno.

 

Sabato 28 aprile ore 11.00

Il Parco di Veio e in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana, visita guidata alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici

 

Sabato  28 aprile ore 11.00

Renato Pavia per conto della  Camera di Commercio di Roma terrà una lezione di giardinaggio sul frutteto e  l’orto familiare in terrazzo ed in giardino.

 

Sabato 28 aprile  ore 15.00 

Il Parco di Veio e in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana, visita guidata alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici

 

Sabato 28 aprile  ore 16.00 

Renato Pavia per conto della  Camera di Commercio di Roma terrà una lezione di giardinaggio sulla potatura delle piante da frutto e ornamentali.

 

Domenica 29 aprile  ore 10.30

Il Parco di Veio e in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana, visita guidata alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici

 

Domenica 29 aprile Ore 11.00

Renato Pavia per conto della  Camera di Commercio di Roma terrà una lezione di giardinaggio sulla moltiplicazione e riproduzione delle piante

 

Domenica 29 aprile  ore 15.00

Il Parco di Veio e in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana, visita guidata alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici

 

EVENTI PERMANENTI

 

Axis

Mariagrazia Pontorno (Catania, 1978) lavora con il video e l’installazione.

Negli ultimi anni la sua ricerca si è focalizzata sull’uso dell’animazione 3D, cosi da ricreare immagini che rimandano alla vita quotidiana e allo scorrere del tempo. Il 3D è un linguaggio che le permette di evocare paradossi visivi: ciò che sembra familiare, sicuro e conosciuto, improvvisamente appare distante, estraneo, perturbante.

Per FloraCult 2012  l’artista ha realizzato  un progetto site-specific costituito da una videoanimazione 3D, quattro piccole stampe e una grande immagine, tutte di natura sintetica.                                                                                                    

L’opera è una riflessione sul rapporto tra naturale e artificiale, dai toni simbolici e onirici in cui elementi paesaggistici si pongono come manifestazioni di paesaggi interiori. I lavori, installati in diversi ambienti declinano la visione di una Sughera ( Quercus suber). Tre i modi di percepirla, tutti legati all’aura di solenne maestosità che può emanare un essere vivo da secoli. L’albero rappresentato da Pontorno è il doppio artificiale di quello effettivamente presente a poche decine di metri dall’esposizione all’interno dei Casali del Pino: difronte ad un arco etrusco e vicino ad una fonte romana, la sughera è essa stessa un  monumento, testimone muto dello scorrere del tempo la cui stessa corteccia è un intero paesaggio e il cui tronco è l’asse del mondo.

Re-Watering

L’installazione è un sistema semplice di coltivazione idroponica indoor, basato sul riutilizzo dell’acqua. E’ un artwork composto da tre ovuli, una colonna e un ingegnoso sistema che permette il riciclo continuo dell’acqua.

Tutti i pezzi sono di fattura artigianale e autoprodotta. www.studiomobile.org

Scuola per reinventori

Essere o Avere

Una classe per imparare a leggere un nuovo alfabeto che ci porti alla nostra storia rurale e all’importanza delle radici. Insieme alla lettura e alla scrittura di nuovi concetti, al racconto vero dei grandi e inventato dai piccoli, si scriveranno altre storie di campagna.

Contemporaneamente si imparerà a reinventare altri oggetti da vecchie cose con un maestro, artigiani/artista. Curata da Clara T.Pamphili e Alessandro Baromio in collaborazione con l’archivio Cicconi. clarapamphilitosi@yahoo.it

Tra acqua e terra

la stanza degli anfibi e dei rettili, considerati dalla stragrande maggioranza animali orrendi e riprovevoli a causa di dicerie e leggende passate, gli anfibi e i rettili sono invece animali timidi ed utilissimi nei nostri giardini. Molti di essi sono sull’orlo dell’estinzione per la quasi totale distruzione del loro habitat da parte dell’uomo. Impariamo a conoscerli a Flora Cult dove in una stanza appositamente allestita  potremo osservare da vicino i loro  sgargianti colori e le loro stravaganti forme, da uno degli ultimi pesci polmonati che indicano il passaggio dall’acqua alla terraferma a rane e rospi…fino ad arrivare ai rettili veri e propri, sauri e serpenti che potremo addirittura toccare!

Consulenze di giardinaggio

Esperti a disposizione del pubblico, a cura di Elvira Imbellone e dell’Associazione ADIPA.

 

 

 

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.