UNA SPLENDIDA SELEZIONE PER UN PERCORSO UNICO DEL TUTTO PERSONALE ALLA RICERCA DI SEGRETE EMOZIONI

 

I tappeti nascono da un idea particolarissima  ovvero  applicare la pittura al tappeto. Non e’ operazione ne’ concettuale ne’ necessariamente emozionale. Essa gioca tra l’ambiguità dell’arte e dell’arte applicata in quanta tale.

Sono pitture inspirate a grandi maestri dell’arte moderna quali Mark Rothko e Paul Klee, altri sono originalissimi.

E allora proprio l’illusione di camminare su un “Rothko” diventa un gioco un volo pindarico  tra la pittura vera e propria e un prodotto d’arredo ad arte. Perché trattasi di tappeti  dipinti da un’artista eclettica che nelle sue varie espressioni esprime con continuità ma sempre con forme nuove ed energie diverse  l’afflato artistico.

Importante è sottolineare che l’artista Robin Clerici  è riconosciuta unanimemente per le sue vedute aeree sia in pittura che in fotografia ed ora le possiamo fruire con questa nuova forma d’arte, l’essenza della visioni è proprio lì sotto i nostri piedi.

E’ importante trasportare l’arte sul tappeto perche normalmente  il disegno è  fatto a telaio e ripetibile, associato al prodotto industriale. Quì invece giova ripeterlo trattasi di pezzi unici fatti a mano e irripetibili ognuno per la tecnica usata e le sfumature di colori.

Opere su Tappeti di lana cotta doppia, ciniglia di cotone e cotone pesante e di lana annodati a mano in India. La pittura-tintura viene fatta con le tinture apposite per tessuti. I colori dopo alcuni passaggi obbligatori non stingono più e mantengono, la brillantezza che avrebbe un filato tinto e poi tessuto. Con molti modalità..il colore e’ dato ad acquarello, con pennelli, per colatura, steso con le mani o altri attrezzi scelti al momento dall’artista.

Essendo leggeri sono facilmente trasportabili e possono essere lavati anche in tintoria. La maggior parte sono anche utilizzabili come arazzo.

Il nome di questi tappeti oltre al timbro che significa “JOY”, e’ ancora segreto.

 

 

Chi è Robin Clerici

 

Formazione artistica: Diplomata all’Accademia del Costume e della Moda

Pittrice: Figurativa

Tecniche: Prevalentemente vinilico

Soggetti: Vedute aeree di bagnanti sulla spiaggia, di animali nei campi, pezzature di terreni, passanti per le strade e le piazze,  strade con bambini e nature morte.

Mostre e Rassegne d’Arte: Personale Galleria “Spazio Oltre” 1997, Personale “Sala Comunale”      (Sabaudia) 1998, Collettiva “Arte Duemila” 1999, Collettiva “L’Angelo Azzurro” 2000,   Personale Galleria “Fidia arte Moderna” 2000, Collettiva Galleria “Banchi Nuovi” 2000, “Finarte” Asta Maggio 2000 (Messina),  personale “The Elizabeth Foundation For The Arts” 2001 (New York), Personale “Le Pain Quotidien” Roma 2001,” Fiera di Bari”  (Bari) 2002, Personale Galleria “Pananti” Firenze 2002, Riparte” Roma Galleria DAG Livorno 2002,  Personale Galleria” DAG” Livorno 2003, Personale “Fidia Arte Moderna” Roma 2003, Personale “La Casella” ( Fabbro) 2003, Collettiva “ Galleria Italiana” ( Londra) 2003, Personle “Galleria Italiana” (Londra) 2003,” Riparte” Galleria DAG (Roma) 2003, Collettiva “ Primo Piano “ ( Firenze ) 2004. Personale “ TAD “  ( Roma ) 2005,  Collettiva  “ Vittoriano- Roma: Luoghi e Colori “ (fotografia)  (Roma)  2005,  Collettiva “ Verso i Monti dei Profumi”  (Rufina)  2005, “Riparte” Galleria  “Fidia Arte Moderna” (Roma) 2005, Personale “i 5 Elememti” (fotografia) (Roma) 2007, Personale “Monty&Company” (Roma) 2008, Personale Galleriaotto (Roma) 2011.

 

Scheda: Formazione artistica eclettica, pittura, affresco, trompe-l’oeil e pitture murali in importanti palazzi privati ed uffici in Italia e all’estero, costume teatrale e cinematografico (1983-1991, come assistente del premio Oscar Franca Squarciapino per i teatri di Parigi, Lione, Glascow, Londra, Berlino, New York, Milano e Roma), mosaico, oreficeria, stilista di calzature d’alta moda per Albanese of Rome (1981-1988), musica e canto jazz, trasformati in momenti di comunicazione senza confini come l’<Aria> che si ritrova nella tecnica pittorica dove le spiagge i prati e gli elementi, sono serene illustrazioni di chi ascolta con partecipazione silenziosa ed emotiva lo scenario del mondo.

Solitudine comunicazione, aggregazione, sonno e risveglio evocano intenzioni di rapporti umani anche inesistenti.

Tanto colore, tanta luce che filtra attraverso qualunque materia sabbia, mare, prati, strade, aria, ombrelloni, scarpe da tennis, tutto è vita.

Assistiamo alla scena dal nostro elicottero è una visione zenitale, con la luce alle spalle non siamo visibili,  possiamo visitare la scena, le scene, ma non possiamo mai lasciar vedere la nostra ombra.

 

Un dialogo silenzioso, fatto di geometrie fisiche insondabili eppure così esplicite. Mettere le ali ai piedi e volare, al di sopra dei pensieri. Diventare aria per un attimo, tutto si trasforma e diventa opera,geometrica creazione, perturbante consapevolezza. Come in un acquarello, i contorni si sfuocano, le immagini si perdono, per lasciare solo posto alla sostanza di cui si compongono: pensiero puro, sguardo perspicuo.

 

 

TAPPETI DIPINTI

GIOVEDI’ 6 OTTOBRE 2011 ORE 18,30

SINO AL 15 OTTOBRE

DAL MERCOLEDI’ AL SABATO (16,30-20,30)

GALLERIA LE “OPERE”

VIA DI MONTE GIORDANO 27 00186 ROMA

TEL.06.83.60.70.69

 

www.robinclerici.com      www.gallerialeopere.it

 

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.