LA JOINT VENTURE PREVEDE UNA RISPOSTA COORDINATA AGLI ALTI PREZZI DEL CARBURANTE E ALLA DOMANDA STAGIONALE.

 

ATLANTA, PARIGI e ROMA,  – I membri della principale Joint Venture transatlantica – Delta Air Lines (NYSE:DAL), il Gruppo Air France-KLM (OTC: AFLYY) e Alitalia – hanno annunciato oggi una riduzione dell’8% anno su anno della capacità transatlantica sui voli tra l’Europa e gli Stati Uniti e il Canada nel prossimo autunno, come risposta al significativo aumento del prezzo del carburante e alla fluttuante domanda stagionale.  

 

“L’intervento riguarderà la prossima stagione winter” afferma Andrea Stolfa, Executive Vice President Network, Marketing e Revenue Marketing di Alitalia. “La nuova offerta consentirà di mantenere un portafoglio di destinazioni, orari, coincidenze e prezzi estremamente competitivo, sviluppando al contempo una maggiore efficienza rispetto alla scorsa stagione winter che ha evidenziato fenomeni di capacità eccessiva in relazione all’andamento dei flussi stagionali”.

 

“La nostra alleanza ci permette di prendere decisioni strategiche sul network e operare come un’unica  Compagnia sui voli transatlantici” ha dichiarato Bruno Matheu, Executive Vice President Marketing, Revenue Management and Network. “Unendo i nostri sforzi, siamo in grado di potenziare i benefici della Joint Venture per rispondere alle pressioni delle contingenze economiche e dei costi esterni. ”

 

Le quattro Compagnie modificheranno il loro network integrato e diminuiranno la capacità, riducendo il numero delle frequenze su selezionate rotte durante la stagione autunno-inverno e ottimizzando l’utilizzo della flotta della Joint Venture sull’Atlantico, oltre che introducendo voli stagionali verso destinazioni calde.

 

“Attraverso la maggiore Joint Venture transatlantica, siamo nella privilegiata posizione di poter collaborare con i nostri Partner per sfruttare al massimo la nostra flotta integrata e i nostri network per generare buoni ritorni e servire efficacemente i nostri clienti.” ha affermato Perry Cantarutti, Senior Vice President Europe, Middle East and Africa.

 

Sin dal suo avvio, la Joint Venture ha fatto importanti progressi fino a diventare la principale alleanza transatlantica nel settore del trasporto aereo.  Tra i successi: l’introduzione di oltre 5.000 contratti commerciali congiunti con il trade e le aziende partner, in Europa e negli Stati Uniti, e la costituzione di team congiunti di pricing e revenue management ne che rafforzano la posizione competitiva sul mercato transatlantico. La JV ha anche consolidato le responsabilità della gestione delle prenotazioni e delle vendite in Europa e negli Stati Uniti, unificato i team commerciali e operativi, integrato i servizi aeroportuali, uniformato la segnaletica in più di 400 aeroporti e definito azioni di marketing e pubblicità congiunte.

 

 

La Joint Venture

Con circa 250 voli transatlantici al giorno e una flotta di 144 aeromobili, la Joint Venture tra Air France-KLM, Alitalia e Delta Air Lines offre ai clienti un grande network con più frequenze, tariffe vantaggiose e servizi integrati su tutti i voli transatlantici. Il network della Joint Venture è basato su 7 hub principali: Amsterdam, Atlanta, Detroit, Minneapolis, New York JFK, Parigi CDG e Roma Fiumicino, oltre a Cincinnati, Lione, Milano, Memphis e Salt Lake City. La Joint Venture offre più di 300 destinazioni attraverso i 26 gateway in Nord America e,attraverso i 33 gateway europei, 200 destinazioni in Europa, Asia e America Latina. La JV rappresenta il 26% della totale capacità transatlantica e genera ricavi annui previsti per 10 mld. di dollari.  In base all’accordo, i Partner operano in comune le proprie rotte transatlantiche, dividendone costi e ricavi. Per maggiori informazioni su Air France-KLM, Alitalia and Delta consultare i siti web delle singole Compagnie.

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.