19-21 MAGGIO 2011.

Il legame con l’America attraversa tutta la vita di Alberto Moravia: un rapporto complesso, non ancora pienamente sondato dagli studi sull’opera e sul pensiero dello scrittore. Il convegno internazionale ALBERTO MORAVIA E L’AMERICA affronta per la prima volta in Italia questo argomento di straordinario interesse culturale, proponendosi di far emergere numerose e sfidanti linee interpretative e di ricerca, oltre che di avviare una riflessione e un più attento lavoro critico di scavo storico-letterario.

L’evento – organizzato da Associazione Fondo Alberto Moravia, Association of American College and University Programs in Italy (Aacupi) e John Cabot University, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e del Centro Storico di Roma Capitale – si terrà a Roma dal 19 al 21 maggio 2011 , presso l’Aula Magna della John Cabot University.

Il grande interesse moraviano per la cultura d’oltreoceano nasce precocemente con la lettura giovanile dei classici della letteratura americana editi dalla Biblioteca Vieusseux. Si rinsalda, negli anni Trenta, con il primo viaggio negli USA, quando, invitato da Giuseppe Prezzolini, direttore della Casa Italiana della Columbia University (NY), Moravia tiene una serie di conferenze presso alcuni College. Dagli anni Cinquanta in avanti, l’interesse si intensifica grazie a nuovi e numerosi viaggi, documentati dai reportage pubblicati sul “Corriere della Sera”, nei quali, con acume critico e una vena talvolta polemica, egli indaga la vita, gli usi e i comportamenti del popolo americano.

« Gli Stati Uniti potranno forse essere il paese del futuro; perché hanno spinto alle estreme conseguenze il problema massimo della civiltà moderna e al tempo stesso sembrano possedere energia sufficiente per fornirne domani la soluzione » .

“Corriere della Sera”, 22 maggio 1955

Dal canto suo, l’America accoglie, legge e tenta di comprendere con crescente interesse l’opera moraviana, traducendola e pubblicandola costantemente: nel ’58 Leo Hamalian e Edmond L. Volpe del City College (NY) inseriscono nell’antologia Ten modern short novels come unico testo italiano il racconto di Moravia Agostino,accanto a quelli di Tolstoj, Gide, Mann e Camus. Di questo stretto rapporto tratta ampiamente il volume di Ferdinando Alfonsi Alberto Moravia in America. Un quarantennio di critica, 1929-1969 (Carella Editore 1984).

Alla fine degli anni Sessanta, attraverso gli articoli pubblicati su “L’Espresso”, lo scrittore racconta ancora il continente, non limitando più la sua ricerca ai soli Stati Uniti, ma estendendone l’orizzonte all’America del Sud: ne è testimone l’interessante resoconto del suo secondo viaggio in Messico, del 1966. L’attrazione per quelle latitudini non s’arresta negli ultimi anni della vita di Moravia, durante i quali egli si dedica alla lettura dei grandi romanzi degli anni Ottanta, con particolare predilezione per quelli di Saul Bellow.

Il programma della conferenza internazionale di Roma ripercorre i momenti cruciali del lungo, ininterrotto rapporto tra Alberto Moravia e la cultura americana, con una notevole varietà di interventi di docenti universitari italiani e stranieri, intellettuali, giornalisti e scrittori, poeti e registi. Nella prima giornata, un saluto di benvenuto di Franco Pavoncello, Presidente della John Cabot University, David Mees, Addetto Culturale dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, Dino Gasperini, Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, Dacia Maraini, Presidente dell’ Associazione Fondo Alberto Moravia, Portia Prebys, Presidente Association of American College and University Programs in Italy (Aacupi), Federica Capoferri, Presidente Department of Modern Languages and Literature della John Cabot University. A seguire, la proiezione di una selezione di immagini d’archivio a cura di Serafino Amato, Fondo Alberto Moravia. Al termine degli interventi, il 20 maggio si terrà la proiezione del film “La Ciociara” di Vittorio De Sica (1960). Il 21 maggio, invece, la proiezione del film “Gli Indifferenti” di Francesco Maselli (1964).

AULA MAGNA JOHN CABOT UNIVERSITY, GUARINI CAMPUS, VIA DELLA LUNGARA 233

 

Il programma della conferenza internazionale di Roma ripercorre i momenti cruciali del lungo, ininterrotto rapporto tra Alberto Moravia e la cultura americana con una grande varietà di interventi di docenti universitari italiani e stranieri, intellettuali, giornalisti e scrittori, poeti e registi.

L’incontro si propone di far emergere numerose e sfidanti linee interpretative e di ricerca su questo argomento di straordinario interesse culturale, su cui avviare non solo riflessioni e dibattiti, ma anche un più attento lavoro critico e di scavo storico-letterario.

~~~~~~

 

PROGRAMMA

 

19 MAGGIO

 

9.30

BENVENUTO

Franco Pavoncello

President, John Cabot University

David Mees

Cultural Attaché, United States Embassy

Dino Gasperini

Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale

Dacia Maraini

Presidente, Associazione Fondo Alberto Moravia

Portia Prebys

President, Association of American College and University Programs in Italy

(AACUPI)

Federica Capoferri

Chair, Department of Modern Languages and Literature, John Cabot University

Proiezione del video di immagini di archivio a cura di Serafino Amato, Fondo

Alberto Moravia.

 

10.30 – 13.00

I PRIMI INCONTRI CON L’AMERICA

Chair: Dacia Maraini

René de Ceccatty

Il primo viaggio di Moravia in America (1935-1936). Uno sguardo affascinato e

deluso

Maryline Maigron

La visione dell’America nei racconti di viaggio di Alberto

Simone Casini

Epistolario fra Alberto Moravia e Amelia Rosselli

 

15.00 – 17.00

Plinio Perilli

Moravia in America, Moravia e l’America

Wafaa El Beih

L’America di Moravia tra il mito e la realtà

Jole Silvia Imbornone

Moravia e il fascismo nella critica italiana e americana

 

 

20 MAGGIO

 

9.30 – 11.00

IL CONFRONTO IDEOLOGICO DI MORAVIA CON L’AMERICA

Chair: René de Ceccatty

Pasquale Voza

Europa-America: la riflessione di Moravia tra anni Trenta e

Quaranta

Mauro Pala

Rivisitando il fordismo: l’America vista attraverso verità

gramsciane

Alexander von Keyserlingk

“L’uomo come mezzo”. Alcuni appunti sulla descrizione

moraviana della società statunitense

 

11.30 – 14.00

LA RICEZIONE DI MORAVIA NEGLI STATI UNITI

Chair: Portia Prebys

Michael Mc Donald

The 1952 Moravia Travel Ban: A Case Study of What Really Happened.

Luigi Fontanella

Alberto Moravia a Harvard: una testimonianza critica

Luciano Parisi

Alberto Moravia e Thomas Bergin

Furio Colombo

Alberto Moravia e la politica

 

15.00 – 16.30

MORAVIA E LA CULTURA AMERICANA

Chair: Luigi Fontanella

Nicola Turi

Miller o il caos: la ricezione italiana da Moravia a Bianciardi

Monica Biasiolo

Moravia, Berenson e quel paese tanto lontano quanto vicino al

di là dell’oceano. Analisi dei carteggi per individuare

soggetti e luoghi del confronto di Moravia con l’America

(Edith Wharton mediata da Berenson)

Keala Jewell

Corsi su Moravia nelle università statunitensi

 

17.00 – 18.30

I SOGNI DEL PIGRO

Chair: Federica Capoferri

Angelo Fàvaro

Alberto Moravia dagli Stati Uniti al Messico: La mascherata o la dissimulazione

dell’homesickness

Florian Mussgnug

Documentario su Moravia al Parlamento Europeo

Alberto Moravia and North American Nuclear Fear: L’inverno

nucleare (1982-1985)

Gisele de Oliveira Bosquesi

Dai personaggi mitologici alla sindrome di Erostrato: uno

sguardo su due racconti da I sogni del pigro

 

19.00

FILM

LA CIOCIARA / TWO WOMEN

(1960, 110 MIN.)

Regista: Vittorio De Sica

Sceneggiatura: Cesare Zavattini

Interpreti: Sophia Loren, Eleonora Brown, Jean-

Paul Belmondo, Raf Vallone, Renato

Salvatori

 

 

21 MAGGIO

 

9.30 – 11.30

PRESENTAZIONE DEL MATERIALE DISPONIBILE

NELL’ARCHIVIO DEL FONDO MORAVIA

Chair: Nour Melehi

Serafino Amato

Alberto Moravia negli archivi del Fondo Moravia di Dacia

Maraini e di Elsa Morante

Anna Mauceri

Ricezione della narrativa di Alberto Moravia negli Stati Uniti

a partire dagli anni Quaranta

Alessandra Grandelis

“E’ un paese di estremi”: Moravia e l’America attraverso le lettere

Portia Prebys

Un viaggio in Brasile: 1960

 

12.00 – 14.00

MORAVIA, CINEMA, L’AMERICA

Chair: Anna Mauceri

Paula Regina Siega

L’America nella critica cinematografica di Moravia

Carolina Ciampaglia

Moravia al cinema. Riflessi dell’American-style

Federica Capoferri

Moravia e la Hollywood sul Tevere

Flaminio Di Biagi

Italo-americani e italiani ne La Ciociara di Moravia e di De

Sica

 

15.00

FILM

GLI INDIFFERENTI / TIME OF INDIFFERENCE

(1964, 83 MIN.)

Regista: Francesco Maselli

Sceneggiatura: Suso Cecchi d’Amico

Francesco Maselli

Interpreti: Rod Steiger, Claudia Cardinale,

Shelley Winters, Tomas Milian,

Paulette Goddard

 

Citto Maselli

Il mio rapporto con gli attori americani

 

 

~~~~~~

 

 

ASSOCIATION OF AMERICAN COLLEGE AND UNIVERSITY PROGRAMS IN ITALY (AACUPI)

Corso Vittorio Emanuele II, 110— 00186 Roma www.aacupi.org

 

ASSOCIAZIONE FONDO ALBERTO MORAVIA Lungotevere della Vittoria, 1—00195 Roma Tel/fax: 06.3203698 www.fondoalbertomoravia.it/

 

 

JOHN CABOT UNIVERSITY

Guarini Campus: Via della Lungara, 233

 

No Comments

© 2016 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.