1mofokeng-TRAIN-CHURCH-UNTIInsieme a Fondazione Fotografia Modena e Sky Arte HD in partnership con UniCredit  

 

Ad Alessio Zemoz il Premio Fotografia Italiana under 40

 

Filippo Maggia, direttore di Fondazione Fotografia Modena, Roberto Pisoni, head di Sky Arte HD, e Carla Mainoldi, responsabile Group Giving, Events & Art Management di UniCredit, hanno annunciato questa mattina il vincitore del Premio Internazionale per la Fotografia 2016: Santu Mofokeng (1956, Johannesburg).

Mofokeng è il primo artista a ricevere questo riconoscimento, conferito ogni due anni da Fondazione Fotografia Modena, Sky Arte HD e UniCredit a un fotografo vivente che con la sua ricerca abbia contribuito in maniera significativa allo sviluppo della cultura legata all’immagine contemporanea e alle sue molteplici declinazioni.

Mofokeng vanno un premio in denaro del valore di 70 mila euro e una mostra personale presso il Foro Boario di Modena, ‘Santu Mofokeng, una solitudine silenziosa. Fotografie 1982 – 2011‘. L’esposizione, a cura di Simon Njami, è stata inaugurata questa mattina e rimarrà allestita fino all’8 maggio 2016.

Santu Mofokeng è stato scelto da un giuria internazionale all’interno di una rosa di 6 finalisti che comprendeva Claudia Andujar (Svizzera), Rineke Dijkstra (Paesi Bassi), Jim Goldberg (Stati Uniti), Yasumasa Morimura (Giappone) e Zanele Muholi (Sudafrica).

La giuria, presieduta da Filippo Maggia (direttore di Fondazione Fotografia Modena), era composta da eminenti curatori e direttori di musei: Christine Frisinghelli (fondatrice Camera Austria), Shinji Kohmoto (fondatore Parasophia Festival Kyoto), Simon Njami (co-fondatore Revue Noir) e Thyago Nogueira (capo dipartimento di Fotografia Instituto Moreira Salles, Brasile).

Queste le motivazioni espresse a margine della decisione di assegnare il premio a Mofokeng: “Da parte di tutta la giuria è stata avvertita la grande responsabilità di individuare un vincitore che non solo corrispondesse al tema indicato per quest’edizione – l’Identità – ma desse anche un segnale di ciò che il Premio Internazionale per la Fotografia vuole diventare negli anni: non un riconoscimento celebrativo fra tanti, né tantomeno un premio alla carriera, ma un esempio di qualità. Santu Mofokeng è un autore che ha fatto della riservatezza uno stile di vita; non appartiene a nessun sistema e questa libertà gli ha permesso di creare immagini clamorose. La sua è una creatività totalmente aperta, che non si riferisce a un soggetto specifico ma ruota attorno al tema dell’affermazione di un’identità.  La varietà di soggetti e la capacità di riuscire ad accostarsi ad essi con lucidità e ragionata asprezza contraddistinguono il suo lavoro”. E ancora: “ Santu Mofokeng ha saputo costruirsi una solida carriera senza mai cedere a compromessi, sulla base di un corpus di lavori fotografici che documentano la realtà sudafricana dai tempi dell’Apartheid ad oggi; la questione dell’identità nera e dell’integrazione tra le comunità è sempre stata cruciale per lui”.

Fondazione Fotografia, Sky Arte e UniCredit hanno annunciato inoltre il vincitore del Premio Fotografia Italiana under 40, un riconoscimento riservato ad artisti emergenti italiani che operano attraverso i molteplici linguaggi dell’immagine, promosso in parallelo al premio internazionale: Alessio Zemoz (Aostra, 1985).

Zemoz è stato scelto tra una rosa di 10 finalisti, che comprendeva Gianni Ferrero Merlino, Eva Frapiccini, Marco Lachi, Tiziano Rossano Mainieri, Angelo Marinelli, Egle Picozzi, Alberto Sinigaglia, Luca Spano, Lorenzo Tugnoli. A selezionare il vincitore è stata la stessa giuria del Premio Internazionale.

Anche al vincitore del Premio under 40 vanno un premio in denaro del valore di 15 mila euro e una mostra personale al Foro Boario di Modena, ‘Alessio Zemoz. Lo vàco – il vuoto‘, a cura di Christine Frisinghelli, allestita in parallelo a quella di Santu Mofokeng.

Tutte le fasi del Premio per la Fotografia Internazionale e del Premio Fotografia Italiana under 40 – dalla presentazione dei giurati alla proclamazione del vincitore – sono state seguite dalle telecamere di Sky Arte HD che trasmetterà uno speciale in tre puntate in onda lunedì 7, 14 e 21 marzo alle 20.40.

Le mostre di Santu Mofokeng e Alessio Zemoz sono accompagnate da cataloghi editi da Skira, che ha curato tutte le pubblicazioni ufficiali dei Premi.

mostre

Vincitore Premio Internazionale per la Fotografia 2016
Santu Mofokeng. Una solitudine silenziosa. Fotografie 1982 – 2011
a cura di Simon Njami

Vincitore Premio Fotografia Italiana under 40 2016
Alessio Zemoz. lo vàco – il vuoto
a cura di Christine Frisinghelli

periodo
6 marzo – 8 maggio 2016

sede
Foro Boario
Modena, Via Bono da Nonantola, 2

promossa da
Fondazione Fotografia Modena
Sky Arte HD

in partnership con
UniCredit

partner tecnici
AON SPA Specialty Fine Arts, Jewellery & Private Solutions

Codognotto Italia S.p.A.

orari di apertura
mercoledì-venerdì 15-19
sabato-domenica 11-19
chiuso lunedì e martedì

biglietto d’ingresso
€ 5,00
ingresso libero tutti i mercoledì

in collaborazione con
Skira Editore

informazioni
Fondazione Fotografia Modena
Via Emilia Centro 283, Modena
tel. 059 239888 – 335 1621739
mostre@fondazionefotografia.org
www.fondazionefotografia.org

No Comments

© 2018 A Noi La Parola. All rights reserved.
We are still developing the site. Thank you for your patience.